A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
{Info on A-Infos}

(it) Informazioni sulle mobilitazioni a Losanna contro il G8

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Mon, 5 May 2003 10:29:34 +0200 (CEST)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Lettera d'informazione sulle mobilitazioni a Losanna contro il vertice
del G8 a Evian

Ai movimenti d'Europa e d'altrove

Care amiche e amici,

senza dubbio sapete già che dal 1 al 3 giugno a Evian avrà luogo il
vertice del G8, allargato per l'occasione a 13 altri paesi (G21). Il G8 è
una delle molteplici strutture che rafforzano l'oppressione
capitalistica, patriarcale e razzista su scala globale e noi dobbiamo
opporvi la nostra resistenza. Noi, militanti di Losanna (Svizzera),
intendiamo informarvi sulle azioni, sulle manifestazioni e sulle varie
iniziative che si svolgeranno a Losanna e intorno al lago Lemano.
Speriamo di ospitarvi, anche se sappiamo che le condizioni non saranno
sempre ideali, a causa del clima militar-poliziesco creato dalle autorità
svizzere e francesi. Eh già: neanche la Svizzera sfugge alla paranoia
della sicurezza!

Panorama politico

Dal mese di febbraio di quest'anno, le autorità svizzere hanno intrapreso
un vasto programma di sicurezza in previsione del G8. Fondano i loro
discorsi su disinformazione e paura, approfittando del timore della
degenerazione delle manifestazioni e dell'invasione di orde di
manifestanti, aiutati dai media di regime. Un simile atteggiamento ha
permesso di giustificare le enormi spese e il dispositivo militare e
poliziesco avviato, e prepara la popolazione a misure liberticide da
stato di emergenza. Le spese dovute alla sicurezza del G8 sono pari a
circa 37,6 milioni di franchi svizzeri (circa 27 milioni di euro, quasi
cinquanta miliardi di lire). Secondo le ultime notizie, circa 5000
poliziotti e 6500 soldati dell'esercito svizzero saranno mobilitati per
l'occasione. L'arrivo del criminale Bush a Ginevra fornisce il pretesto
che consentirà la chiusura di una parte della città.

Mentre i governi si preparano attentamente sul piano militare, su piano
del dialogo sono meno disponibili, e i negoziati con il movimento
avanzano lentamente. A Losanna, in un incontro con le istituzioni alla
presenza dei responsabili della polizia, non è stato deciso nulla di
concreto. Le istituzioni rifiutano di comunicare il loro piano d'azione,
come ad esempio i confini delle zone di sicurezza. Abbiamo solo preso
atto che le autorità accettano l'idea che osservatori (autorizzati da
entrambe le parti) possano osservare (senza definire esattamente dove),
che sarà possibile organizzare un villaggio e che, per il momento, le
manifestazioni saranno autorizzate.

A Ginevra, dopo le violenze della polizia alla fine della manifestazione
contro l'OMC, il 29 marzo alla stazione di Cornavin (v.
www.indymedia.ch), il Forum Sociale Lemanico ha interrotto ogni
discussione con la polizia, chiedendo di trattare direttamente con il
Consiglio di Stato (il governo della città di Ginevra). Il tentativo
delle autorità svizzere e francesi di vietare la grande manifestazione
del 1 giugno tra Ginevra e Annemasse, a causa dell'arrivo di Bush
l'Assassino a Ginevra, è fallito. Ma la situazione muta di giorno in
giorno (per altre informazioni, v.
www.evian-g8.org).

Il G8/G21 si riunirà dal 1 al 3 giugno a Evian (Francia), sulle rive del
Lago Lemano (in Italia più noto come Lago di Ginevra) opposte alla
Svizzera. Un perimetro di sicurezza di dieci chilometri intorno alla
cittadina di Evian (7400 abitanti) trasformerà questa regione in una zona
militarizzata impenetrabile (15000 poliziotti impegnati sul lato
francese). Oltre 10000 persone addette all'organizzazione e allo
svolgimento del G8 (tecnici, giornalisti, traduttori/trici, consiglieri
ecc., oltre ai ministri dei 20 paesi vassalli degli 8) saranno alloggiati
in un raggio di 40 chilometri. I grandi alberghi intorno al Lago Lemano
saranno mobilitati per ospitare le varie delegazioni. La maggior parte
dei partecipanti viaggeranno in battello tra Evian e Losanna, ove delle
zone di sicurezza proteggeranno il porto e i grandi alberghi. Duemila
camere d'albergo a cinque stelle sono state prenotate a Ginevra. La
resistenza al G8 sarà dunque, per la prima volta, distribuita in diverse
città: Evian, Annemasse, Ginevra, Losanna, Montreux.

Con questo panorama succinto delle azioni di resistenza programmate nella
regione lemanica, intendiamo informarvi sulle possibilità di azione e
alloggio a Losanna, città in cui, secondo le ultime notizie, verranno
ospitati molti rappresentanti del G21 (tra cui NEPAD, Nuova
collaborazione di tipo neocoloniale con l'Africa). Attraverso il blocco
di queste persone potremo disturbare concretamente ed efficacemente lo
svolgimento di questo vertice.

Resistenza e azioni

Dato che la resistenza al G8 sarà ripartita in varie regioni, numerosi
comitati e collettivi regionali si sono formati per l'occasione, riunendo
un gran numero di movimenti contro il G8. La riunione di coordinazione
dei vari movimenti europei ha avuto luogo il 1 e il 2 marzo 2003 a
Ginevra. E' stato deciso, in tale occasione, di organizzare una
manifestazione larga e unitaria tra Ginevra e Annemasse (Francia) e di
proseguire con il blocco delle zone di transito dei partecipanti al G8 a
Losanna, Ginevra e St. Gingolph (Francia). L'azione dei "fuoco al lago",
che circonderà il lago di falò sabato sera (31 maggio, vedo sotto) ha
raccolto le adesioni di uno schieramento molto ampio di movimenti.

A Losanna

Il 29 maggio a Losanna si terrà una prima manifestazione, con partenza
dalla Place Chauderon alle 18, che sfilerà nel centro città per dare il
benvenuto a modo nostro al G8.

Le azioni di blocco

Si svolgeranno in tutta la regione lemanica. A Losanna, hanno aderito i
militanti di vari gruppi alternativi e dell'estrema sinistra, e qualche
politico eletto nelle liste di sinistra. Il partito socialista ha preso
le distanze, con un comunicato stampa. L'idea è di circondare la zona
rossa (le autorità hanno annunciato delle zone di esclusione senza finora
precisare quali) senza tentare di entrarvi, di creare una zona di vita e
di festa intorno a questi spazi di non-diritto. Sarà adottata la
cosiddetta "strategia del mollusco", cioè indietreggiare se le guardie
avanzano e avanzare se indietreggiano, cercano di bloccare la
circolazione o almeno limitare gli spostamenti dei signori del G21.

I fuochi al lago

In Svizzera Francese, in special modo intorno al lago Lemano, si usa dire
"non va mica a fuoco il lago!" (da pronunciarsi con accento un po'
trascinato), un'espressione contadina per dire che non c'è alcuna
urgenza, che c'è ancora tempo. Appiccando il "fuoco al lago", vogliamo
mostrare che, stavolta, è urgente arrestare la cavalcata autoritaria,
capitalistica, sessista e guerrafondaia dei padroni del mondo presenti ai
vertici di Evian. Sabato 31 maggio 2003 alle 21.30, dunque, accenderemo i
fuochi dell'insurrezione intorno al lago, accerchiando Evian.
Obbligheremo gli 8 banditi e le loro gang a vedere l'ampiezza del
movimento di
resistenza e mostreremo loro la nostra determinazione a lottare contro il
mondo che essi ci impongono. Vari gruppi organizzeranno dei falò di
villaggio/città/quartiere simultanei su tutto il perimetro del lago.
Questi fuochi saranno seguiti da pic-nic e da altre attività di festa.
Siamo visibili, allegri/e, festivi, determinati, impegnati e che Il Lago
divenga lo specchio delle nostre rivendicazioni!

N.B. A Losanna, il Fuoco al Lago sarà a Vidy. Sarà seguito da feste,
balli e concerti.

CONTATTI & INFORMAZIONI
"Le feu au lac"
case postale 772
1000 Losanna 9
info@evian-g8.org
www.evian-g8.org

Infrastrutture

Sono previsti due centri di convergenza, uno al villaggio anticapitalista
("Oulala C'Village") e l'altro in città (luogo da definirsi). Saranno
disponibili numerosi punti di informazione. Un gruppo anti-repressione
sarà attivo (gar@no-log.org) e svolgerà un lavoro di aiuto e difesa
giuridica delle persone che ne avranno bisogno.

Uno spazio di comunicazione alternativa (cyber-café) sarà messo a
disposizione a Tir Groupé (Place du Chateau, info@tirgroupe.ch). Tutti i
giorni saranno aperti due sportelli giuridici pubblici, nel villaggio e
nel secondo centro di convergenza (luogo da definirsi) dalle 16 alle 22 e
una permanenza giuridica telefonica 24h/24 sarà garantita. Vi
parteciperanno dei giuristi assistiti da militanti meno esperti. Per
quanto riguarda le informazioni generali, un volantino sarà diffuso entro
poco in quattro lingue. Un opuscolo in preparazione (uscita prevista:
metà maggio, prezzo approssimativo tra 5 e 10 franchi svizzeri, cioè 6-12
euro) tratterà dei problemi che i manifestanti potrebbero incontrare sul
suolo elvetico, sia per gli/le svizzeri/e che per gli stranieri e i
residenti in Svizzera senza passaporto o senza permesso di soggiorno. Una
testo intitolato "Vos droits face à la police" del Gruppo
Anti-Repressione è già disponibile e sarà diffuso largamente.

Villaggio anticapitalista "Oulala C'Village"

"Oulala C'Village", aperto dal 24 maggio 2003, è un campeggio, un
laboratorio di resistenza al capitalismo, al patriarcato, al razzismo,
all'integralismo, al fascismo contro l'inquinamento, contro la fame nel
mondo, per la liberazione animale, per una vita semplice nel rispetto
degli esseri e della terra e dell'acqua, per una condivisione delle
risorse tra tutti e tutte.
In questa ottica, funzionerà sui principi essenziali di uguaglianza, di
autogestione e di partecipazione, con l'obiettivo di evitare relazioni di
tipo "gestore/consumatore".
Il suo obiettivo è accogliere, ospitare, nutrire e informare i/le
manifestanti, dato che le autorità non hanno previsto nulla da questo
punto di vista (i rifugi della protezione civile servono alle guardie e
all'esercito). "Oulala C'Village" sarà organizzato in quartieri
(barrios), tende intorno a una cucina, un blocco sanitario (i bagni), di
rifiuti differenziati e di uno spazio di discussione.

La struttura, collettiva e autogestita, comprenderà: una tenda di
accoglienza per i nuovi arrivi con una presenza permanente; un punto di
informazione, una struttura interattiva di comunicazione per la
coordinazione delle attività e delle informazioni nel campeggio; uno
spazio bambini il cui obiettivo non sia il baby-sitting, ma delle
attività specifiche per i più piccoli, integrate il più possibile con le
attività collettive (cucina, riunioni ecc.); cucine, una per ogni
quartiere, con prezzi liberi, che funzionino in autogestione, dalla
preparazione alla pulizia. I prodotti di base (riso, verdure, farina ecc)
saranno
disponibili nel campeggio. Gli organizzatori e le organizzatrici invitano
ciascuno e ciascuna a provvedere in proprio a piatti, posate ecc.

Inoltre, saranno attivati diversi gruppi: dei gruppi "Bertha", equipe di
coordinazione e di mediazione "di sicurezza" in caso di litigi,
organizzati per quartiere; un gruppo medico, una tenda di permanenza per
consigli, informazioni e pronto soccorso; un gruppo legale, allo scopo di
aiutare i/le partecipanti nei confronti della repressione; un gruppo di
traduttori, cui sono invitati/e tutti coloro che parlano più di una
lingua.

Al di fuori delle strutture collettive, sono stati previsti diversi spazi
aperti a tutti per le varie attività, dallo spazio Internet, al magazzino
gratuito o alla limonata biologica artigianale. "Oulala C'Village" ha
bisogno di : materiale da cucina, materiale da costruzione/fai da te,
giochi, pittura ecc. per i bambini, materiale medico, abiti, legna,
tende, biciclette, teloni, tessuti, segatura, tendoni, materiale
elettrico ecc.

CONTATTI & INFORMAZIONI
www.squat.net/contre-attaque/village
oulalavillage@younet.ch ,
++41 076/468.66.44

Attività a Ginevra e in Francia

Francia

In Francia, a solo un mese dal vertice del G8 a Evian e dalle
manifestazioni previste da parte del movimento anti-mondializzazione, le
istituzioni francesi hanno appena deciso di non autorizzare la grande
manifestazione trans-frontaliera del 1 giugno tra Ginevra e Annemassse.
Come in Svizzera, i manifestanti che si oppongono al G8 giudicandolo
illegittimo hanno sospeso ogni relazione con le istituzioni e
riprenderanno i negoziati quando il Prefetto avrà accettato di discutere
sull'ipotesi di una manifestazione trans-frontaliera Ginevra-Annemasse.

Annemasse

La maggior parte della attività convergeranno sulla città di Annemasse.
Si può accedere a Annemasse in treno o in automobile. Un centro
d'accoglienza davanti alla stazione darà le informazioni pratiche e i
programmi delle varie manifestazioni, attività ecc.
Il luogo di convergenza sarà l'aeroporto di Annemasse (punti informativi,
stand di ristoro, campeggi ecc). Saranno disponibili degli spazi per
dormire (almeno per il sabato sera) nelle scuole (5 = 4000 metri quadri)
e su terreni attrezzati per il campeggio.
La Maison Martin Luther King, accanto alla stazione di Annemasse, non
sarà un punto di convergenza ma funzionerà da centro-stampa e da
sala-conferenze. Vi si svolgerà un summit organizzato dal CRID.
L'aeroporto potrebbe accogliere il centro di convergenza.

Al momento sono previsti due villaggi, su un terreno di 30 ettari a 800
metri dall'aeroporto di Annemasse. Il Villaggio anticapitalista e contro
la guerra (VAAAG, http://www.vaaag.org) e il Villaggio intergalattico
(http://g8illegal.lautre.net/) inizieranno il 28 maggio e rimarranno
attivi durante tutta la durata delle manifestazioni anti-G8. La loro
organizzazione e i loro obiettivi politici e sociali sono descritti nei
rispettivi siti Internet.

Ginevra

Sono previsti numerosi punti di convergenza e di informazione: l'Usine
(Place des Volontaires) e il polo universitario (UNI-Bastions, Rue de
Candolle); altro punto di informazione: Maison des Associations (Rue des
Savoises 15). Si sta creando anche un gruppo anti-repressione, in
collaborazione con Losanna. E' stato organizzato un Villaggio (villaggio
ZAAGE, zaage.lautre.net, zaage@no-log.org) allo Stadio "Bout du Monde" a
Carouge, e vari campeggi (Stadio "Bout du Monde" a Carouge, Parc
Lagrange, Eaux-Vives, Parc des Bastions, UNI-Bastions).

Domenica 1 giugno alle 10 si terrà la grande manifestazione
trans-frontaliera, da Ginevra a Annemasse. Essa si concluderà con le
azioni di blocco nel pomeriggio. Attualmente, l'itinerario esatto della
manifestazione non è stato deciso, per il disaccordo da parte delle
autorità francesi del percorso della manifestazione e il divieto di
manifestazione a Ginevra delle autorità svizzere.

Misure di polizia: le autorità hanno annunciato che numerose zone di
Ginevra saranno dichiarate "zone di esclusione": il perimetro
dell'Organizzazione Mondiale del Commercio, della missione Americana,
dell'Aeroporto, e degli ospedali.

Agenda provvisoria
- sabato 24 maggio, apertura di Oulala C'Village (Losanna)
- 24-26 maggio, Forum delle lotte sociali (Losanna, Puits, rue Centrale)
- giovedi 29 maggio, manifestazione di accoglienza al G8, Losanna, Place
Chauderon ore 18)
- venerdi 30 maggio, dibattiti sul "comune", Ginevra, UNI-Bastions -
venerdi 30 maggio, spettacolo, Losanna, Vidy, ore 21.
- sabato 31 maggio, dalle 21.30: azione "Fuoco al lago"
- domenica 1 giugno, manifestazione Ginevra-Annemasse, azioni di blocco.

Appelli:
Avremo bisogno di:
- Esperienza e conoscenze (traduzioni, gruppo legale, gruppo medico
ecc.); traduttrici e traduttori saranno utili anche per il gruppo
anti-repressione; servono soprattutto persone che parlino spagnolo,
inglese, tedesco e italiano.
- attività: animazione delle manifestazioni, musica, spettacoli ecc. -
materiale (alimentazione, alloggio, animazione ecc)
- condizioni di ospitalità: portatevi la casa! (sacco a pelo, tenda ecc.)

Occorrerà essere più autonomi e mobili possibile, e preparati a
trasportare materiale da campeggio, o persino viveri. Munitevi di mezzi
di trasporto: rollers, biciclette ecc. Portate una radiolina, perché sono
previste trasmissioni speciali.

Una seconda lettera di informazione vi giungerà durante il mese di
maggio, con maggior precisione sui luoghi, le date, le azioni, le
manifestazioni ecc.

Vi preghiamo di far circolare questa lettera attraverso i vostri
contatti.

Ciao e a presto!

(Coordinazione Anti-OMC, Losanna)


Contatti a Losanna

Coordinazione Anti-OMC Losanna :
Gruppo anti-repressione : gar@no-log.org
Gruppo médias : Gruppomedia@no-log.org
Gruppo village : oulalavillage@younet.ch

Comitato anti-G8 :
info@evian-g8.org


Qualche sito internet

Coordinazione anti-OMC Losanna
www.squat.net/contre-attaque

Comitato anti-G8 (Losanna). Informazioni generali.
http://www.evian-g8.org/

CLAAAC - Convergence des Luttes Anti-Autoritaire et Anticapitaliste
Contre le G8
(Convergenza delle Lotte Anti-Autoritarie e Anticapitaliste Contro il G8)
http://www.claaacg8.org/

CHARG8 - Collectif de Haute-Savoie de Résistance au G8
(Collettivo della Haute-Savoie di Resistenza al G8)
http://www.antig8.org/

Forum sociale lemanico (Ginevra)
http://www.forumsociallemanique.org/

Villaggi e campeggi:

Oulala C'Village (Losanna)
www.squat.net/contre-attaque/village

VAAAG - Village alternatif anticapitaliste et anti-guerre (Annemasse)
(villaggio alternativo anticapitalista e antiguerra)
http://www.vaaag.org/

Village intergalactique (Annemasse)
http://g8illegal.lautre.net/

Village ZAAGE - Zone Autogérée A Genève
(Zona Autogestita A Ginevra)
http://zaage.lautre.net


Informazioni pratiche:

Guida legale del manifestante :
http://www.evian-g8.org/article.php?id_article=68




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center