A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
{Info on A-Infos}

(it) Resoconto manifestazione Ancona contro la guerra

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Sun, 23 Mar 2003 12:42:44 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Da: "Assemblea contro la guerra" <careri@libero.it>

RESOCONTO DELLA MANIFESTAZIONE DI ANCONA DEL 22 MARZO

Nella giornata di sabato 22 marzo si è avuta una forte mobilitazione
indetta dall'Assemblea Permanente contro la guerra (realtà interregionale
che raggruppo realtà anarchiche, antagoniste sociali e sindacati di base
di Umbria, Marche e Abruzzo).

Piazza della Repubblica (che è l'entrata del porto di Ancona) è stata
nuovamente "occupata" nel primo pomeriggio nonostante ad attenderci
stavolta abbiamo trovato ingenti forze di carabinieri e polizia coi loro
blindati e in tenuta antisommossa. Diverse centinaia di persone hanno
risposto al nostro appello confluendo in piazza.
I Sindacati di Base che nelle Marche hanno dato vita a un Coordinamento
unitario hanno aderito all'iniziativa portando in piazza i loro striscioni
e bandiere. Il presidio è stato più volte disturbato da gruppi di nazisti
(Forza Nuova) che hanno tentato di entrare nella piazza e sono stati
cacciati.
Da Piazza Roma (dove c'era una tenda della pace) si è formato un corteo di
150 studenti che è arrivato al presidio dell'assemblea unendosi alla
nostra mobilitazione. Verso le 18.00 dal presidio si è formato un corteo
(non autorizzato) dell'Assemblea Permanente di 400/500 manifestanti. Molte
le bandiere di USI-AIT, RdB-CUB e Unicobas oltre quelle dei gruppi
anarchici di Ancona e di Jesi.
Lo striscione unitario (contro la guerra e la concertazione) del
Sindacalismo di Base delle Marche ha aperto il corteo. Altri striscioni
tra cui quelli degli anarchici del "Malatesta" di Ancona, del LUPO di
Osimo e del centro sociale occupato di Fermo/PS.Giorgio. Il corteo ha
bloccato per alcune ore il centro cittadino dando vita a numerose lunghe
"fermate" nei puntoi nevralgici della città.

Nuove provocazioni dei nazisti in Corso Garibaldi con schieramento
massiccio della celere tra i compagni infuriati e i fascisti. A piazza
Roma, dopo aver spiegato alle numerose persone radunate la differenza tra
bruciare una cartolina precetto o una bandiera (in cui si brucia solo
della carta o della stoffa non facendo del male a nessuno) e bruciare con
le bombe città e villaggi (dove persone umane si fanno male e muoinono) i
compagni hanno bruciato una bandiera americana tra gli applausi della
folla.
Nuova contestazione si è svolta davanti alla sede di Forza Italia poi il
corteo è confluito di nuovo in Piazza della Repubblica dove fino a sera è
continuato il presidio con l'accenzione di numerosi lumini attorno alla
scritta "non in mio nome" e agli striscioni contro la guerra. Manifesti
cartelloni contro la disinformazione attuata da televisioni e stampa ("la
voce della guerra") sono stati attaccati davanti alla sede della RAI.
Assemblea Permanente contro la guerra




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center