A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trke_ The.Supplement
{Info on A-Infos}

(it) Atene: Sulle manifestazioni del 21/03 (en)

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Sun, 23 Mar 2003 01:21:41 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Da: "anar anar" <all_anar@hotmail.com>

Sullo spezzone anarchico/antiautoritario e il disordine intorno
all'ambasciata americana durante la manifestazione del 21 marzo.

Gli anarchici hanno cominciato ad arrivare alla piazza Syntagma
dalle 11.30, mentre c'erano gi in piazza migliaia di studenti
in piccoli spezzoni che gridavano i loro slognas. Rappresentanti
del Social Forum greco chiedevano alla gente, con i loro
microfoni, di formare delle catene umane per escludere gli
anarchici, ma nessuno li ha dato retta, anzi hanno accolto molto
bene gli anarchici e i loro volantini e materiale di
contrinformazione.

La manifestazione iniziata verso le ore 13, con circa 200 mila
partecipanti. Circa 1000 anarchici, antiautoritari, autonomi e
giovani seguivano uno striscione che diceva: GUERRA ALLA GUERRA
DEI PADRONI. Gli slogans gridati erano: LA SOLIDARIETA' E'
L'ARMA DEL POPOLO! GUERRA ALLA GUERRA DEI PADRONI! UN'ALTRA
GUERRA E' POSSIBILE - LA GUERRA SOCIALE CONTRO GLI STATI!
INCIDENTI A LAVORO E PROIETTILI DELLA POLIZIA - LA GUERRA CHE
VIVIAMO OGNI GIORNO! LA PASSIONE PER LA LIBERT E' PIU' FORTE DI
QUALSIASI CARCERE!

Passando davanti all'albergo di lusso "Megali Bretania" [Gran
Bretagna,-ndt], sono stati lanciati le uove e della vernice
rossa contro l'entrata, e qualche pietra stata lanciata contro
il Parlamento e gli sbirri davanti, nonch contro qualche
macchina da presa. Anche l'edificio dell'UE ha visto la vernice
rossa, mentre la gente gridava gli slogans. Attentati simbolici
anche contro l'ambasciata italiana, l'ambasciata portoghese e il
Ministero dell'Interno. Poco dopo, davanti all'ambasciata
britannica, la polizia in tenuta antisommossa che, fina a quel
momento, aveva tenuto il corteo sotto occhio da una certa
distanza ha cominciato ad avvicinarsi su due fronti.

Una parte dello spezzone anarchico ha formato una catena umana
da un lato davanti all'ambasciata britannica per far passare
insieme agli spezzoni degli studenti, le organizzazioni di
sinistra e la massa di gente che venuto spontaneamente a
manifestare la loro opposizione alla guerra. Tutti si sono poi
riuniti vicino al Museo della guerra. La polizia stata
aggredita con pietre e molotov davanti all'ospedale
Evangelismos. All'inizio la polizia si presa dal panico
vedendo le fiamme, ma poco dopo hanno caricato, lanciando gas
lacrimogeno e altre sostanze chimiche. Lo spezzone anarchico si
poi diviso in due per andare verso l'ambasciata statunitense
insieme al resto del corteo.

L'ambasciata americana stato la meta della magior parte dei
manifestanti. Per tutto la durata del corteo, chi l'ha passato
ha lanciato arance, uova, vernice e pietre contro l'ambasciata e
contro la polizia davanti. I furgoni della polizia erano rossi!
Anche qui c' stato qualche lancio di molotov, e la polizia ha
caricato, lanciando lacrimogeni. A questo punto ci sono stati
diverbi tra gli anarchici e rappresentanti dei partiti politici,
ma tutti si sono ritirati per via dei lacrimogeni. Con
simbologismo inquietante, in consequenza al lancio dei
lacrimogeni, una colomba caduta per terra, morta, accanto ad
un compagno.

Ci sono stati scontri poi tra i manifestanti e la polizia anche
dove la gente cercava di allontanarsi per via dei lacrimogeni.
Molte persone, incazzati per via della guerra e il comportamento
della polizia, hanno preso quello che hanno trovato in mano per
tirare addosso alla polizia. Sono stati costruiti delle
barricate, successivamente dato alla fiamme. Si sentivano i
gridi di "Sbirri maiali, assassini!"

Ritirandosi lentamente, la gente arrivata al parco
Eleutherias. Qui hanno trovato un gruppo di celerini che stato
aggredito da un gruppo di circa 200 studenti. Gli sbirri sono
fuggiti, ma sono tornati con rinforzi e si sono ripresi gli
scontri. I manifestanti hanno ceduto e si sono diretti verso
l'Hilton Hotel. Molti hanno prese le piccole vie, costruendo
delle barricate. Un gruppo di 100 manifestanti ha raggiunto il
Museo della guerra e ha dato fuoco ad alcune aerei nel parco
davanti. Poi hanno aggredito il palazzo della ERT (Radio e
televione di stato). Il gruppo, isolato dal resto della
manifestazione stato facilmente preso dalla polizia.

Nel fratempo, altri spezzoni andavano verso l'ambasciata, anche
loro lanciando oggetti contro l'edificio e la polizia, che ha
arrestato una quarantina di persone che sono stati aggrediti.
Tra gli arrestati, c'erano degli iracheni e kurdi, presi a bote
dalla polizia senza motivo.

A-Nemus

SOLIDARIOS
http://www.geocities.com/anar_gr

Photos:
http://www.geocities.com/anar_gr/gr/s_21.3.03.htm
http://www.geocities.com/a_books2002/gr/f_21.3.03.htm
http://athens.indymedia.org/front.php?lang=el&article_id=80669

[trad.- nmcn/ainfos]




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center