A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
{Info on A-Infos}

(it) Boicotta CocaCola a Roma il 22/7 h.17,30

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Tue, 22 Jul 2003 11:15:45 +0200 (CEST)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

From: tactical@tmcrew.org

COCA COLA -CAMPAGNA DI BOICOTTAGGIO 2003 - 2004

http://www.tmcrew.org/killamulti/cocacola/

Il 22 LUGLIO 2003 inizierà ufficialmente la campagna di boicottaggio
della Coca Cola promossa dal Sindacato Colombiano SINALTRAINAL (Sind.
Lavoratori Industrie Alimentari che organizza i lavoratori delle imprese

imbottigliatrici della Coca Cola Colombiana e quelli della Nestlè).

Coca Cola è accusata di crimini di lesa umanità per essere la mandante
delle politiche repressive nei confronti del sindacato e dei lavoratori -
che hanno aderito alle lotte sindacali per difendere diritti e posti di
lavoro - che in tutti questi anni hanno prodotto dieci morti, decine di
sindacalisti rapiti e torturati.

Il SINDACATO SINALTRAINAL ha depositato lo scorso hanno presso il
Tribunale di Atlanta - USA la richiesta per l'incriminazione Ufficiale
della Coca Cola sulla base di una vecchia legge del congresso Americano
(denominata A.C.T.A).

In data 31 Marzo 2003 il giudice della Corte Federale di Atlanta, Josè E.
Martinez, ha deciso che il procedimento penale per violazione dei
diritti umani - commessi da Forze paramilitari a nome delle Imprese
Imbottigliatrici della Coca Cola Colombiana, Panamerican Beverages Inc -
PUO' ANDARE AVANTI.
La corte ha infatti deciso che la documentazione presentata dal sindacato
SINALTRAINAL è sufficiente per procedere penalmente.
Ugualmente la Corte ha deciso di mandare avanti il procedimento penale
presentato sulla base di un'altra legge Statunitense che tutela le
vittime della Tortura (T.V.P.A.)

Insieme alle iniziative di tipo legale, Il sindacato SINALTRAINAL ha
lanciato la Proposta di un Boicottaggio internazionale che inizierà il 22
LUGLIO 2003 L'iniziativa si inserisce nel quadro della Campagna
Internazionale - Contro l'impunità Colombia Esige Giustizia.

In Italia l'obiettivo è quello di sostenere questa campagna attraverso la
costituzione di una rete che metta insieme le tante realtà che in questi
anni hanno denunciato le politiche delle multinazionali, dai centri
sociali, alle associazioni per un consumo critico

Apriremo questa campagna con una iniziativa pubblica a
ROMA - PIAZZA BARBERINI il 22 luglio 2003 a partire dalle ore 17,30

Iniziando la diffusione di materiale di denuncia e sottoscrivendo lettere
di protesta da inviare direttamente alle sedi Coca Cola Italia e negli
stati Uniti.

Comitato Promotore per la costruzione della Rete Italiana Boicottaggio
Coca Cola


-----------------

APPELLO PUBBLICO
CAMPAGNA MONDIALE CONTRO COCA COLA
PERCHE' CESSI LA VIOLENZA IN COLOMBIA !


Colombia è diventato un modello per l'uso estremo della violenza usata
per imporre i modelli neoliberali. Tutte le forme di organizzazione
sociale continuano ad essere sterminate : indigeni, contadini, operai
sono assassinati perché si oppongono alle pretese degli investitori.
Ogni anno in questo paese vengono assassinati più sindacalisti che nel
resto del mondo.

Coca Cola Company, Coca Cola Colombia, la sua filiale Panamerican
Beverage- Panamco S.A. -
Acquisita da Coca Cola FEMSA, e Bebida y Alimentos de Uraba S.A., sono
responsabili, per azioni o omissioni, di questa politica di
annichilimento del movimento sociale la quale ha generato l'assassinio
di 9 Lavoratori, l'esilio di 2, la fuga forzata (desplazamiento) di 48,
minacce di morte contro 67, incarceramento per false accuse contro più
di 15 operai a causa di calunniose segnalazioni da parte dei funzionari
di Coca Cola che li accusano di essere terroristi e delinquenti,
stigmatizzando e demonizzando la nostra attività sindacale.

I dossier sui diritti umani testimoniano Le continue azioni dei gruppi
paramilitari, portate avanti con la complicità delle forze armate e dei
corpi di sicurezza dello Stato, servono alla multinazionale e alla sua
filiale per far pressione illegalmente sui dirigenti sindacali, obbligare
i lavoratori a lasciare il sindacato, obbligarli a rinunciare ai loro
contratti di lavoro e imporre bassi salari ai nuovi assunti.
Questa politica fondata sul terrore permette alla Coca Cola di aumentare
enormemente i propri profitti.

Anche in altri paesi - Guatemala, Filippine, Pakistan, India, Israele,
Venezuela, ecc. - il movimento sociale ha accusato la Coca Cola di
utilizzare, direttamente o attraverso le sue filiali, l'assassinio, la
violenza, la corruzione, la violazione delle leggi sul lavoro, per
raggiungere i suoi fini economici. La multinazionale è stata denunciata
per discriminazione razziale, per attentare contro la salute pubblica,
per danni ambientali, per contaminazione genetica e per inquinamento
dell'acqua.

Si afferma addirittura che Coca Cola può comprare la coca e distribuirla
con la sua bibita, mentre gli indigeni che producono la coca da tempi
immemorabili sono repressi dalla guerra della droga.
SINALTRAINAL ha iniziato una azione giudiziaria contro Coca Cola e le sue
filiali in Colombia presso la Corte federale di Atlanta sulla base della
legge "Alien Torts Claim Act." Per abusi dei quali sono stati vittime i
lavoratori sindacalizzati.

Molte organizzazioni e persone nel mondo hanno partecipato alla
realizzazione della Audiencia Pubblica Popular "Hector Daniel Useche
Beron - Contro l'impunità SINALTRAINAL esige giustizia - a seguito della
quale è stato deciso l'avvio di una campagna mondiale contro Coca Cola a
partire dal 22 luglio 2003 e la proposta di una riparazione integrale
delle vittime, presentata ufficialmente alla transnazionale all'inizio
di questo anno.

La campagna Mondiale consiste in una serie di iniziative che vanno dal
NON CONSUMARE PRODOTTI COCA COLA, al ritirare i conti correnti dalle
banche dove è presente Coca Cola, dalle iniziativa di mobilitazione e
protesta a tutte quelle azioni che costringano la Coca Cola a riparare
integralmente i danni causati fino a modificare la sua politica verso il
rispetto dei diritti umani dei lavoratori e della popolazione.

Dallo Stato Colombiano esigiamo la fine della criminalizzazione della
protesta sociale e dell'incarceramento dei dirigenti sindacali e popolari
e l'impegno a trovare soluzioni politiche che permettano al popolo
colombiano di conquistare pace e benessere.
La nostra lotta è per la pace con giustizia sociale, per questo
appoggiamo la lotta contro la guerra, contribuiamo alla costruzione del
movimento contro la globalizzazione capitalista, abbiamo partecipato
alle iniziative di lotta contro l'ALCA, quelle promosse dal Foro sociale
mondiale.

Perché amo la vita…..NON CONSUMO COCA COLA
Perché finanzia la guerra …NON CONSUMO COCA COLA
Non consumo coca cola …non finanzio la morte

Luglio 2003 - Bogotà

COMITATO INTERNAZIONALE - CAMPAGNA MODIALE CONTRO COCA COLA
PERCHE' CESSI LA VIOLENZA IN COLOMBIA

Per aderire all'appello invia una mail a : no_cocacola_it@yahoo.it Per
maggiori info: http://www.tmcrew.org/killamulti/cocacola/


<snip>



*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center