A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Comunicato AcrataZ - Nell'acqua torbida si muove lo Stato

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Thu, 11 Dec 2003 13:53:28 +0100 (CET)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Da: Redazione AcrataZ <acrataz@ecn.org>

Nell'acqua torbida si muove lo Stato

In questi giorni, dei funzionari di stato e i loro organi di
informazione stanno collegando il caso delle acque minerali avvelenate in
alcuni supermercati ad attività anarchiche.

Certo, disponendo di media e di pubblico, si può attribuire agli
anarchici di tutto, anche l'estinzione dei brontosauri, la pioggia di
domenica scorsa e altre calamità, ma questa volta la provocazione è un
po' gaglioffa e non ci va di lasciar correre questo becchime per
idioti.

Le questure hanno ora segnalato che degli anarchici hanno recentemente
sollevato la questione dell'acqua... senza però dire che la questione
c'è, e la solleva ad esempio il Contratto Mondiale sull'Acqua
(http://www.worldwaterforum.net)
(http://www.anarca-bolo.ch/a-rivista/antiglob/a_antiglob.htm#3). Qual è
il problema, in due parole? L'acqua potabile scarseggia. Eppure,
l'acqua è indispensabile alla vita. Possedere l'acqua è come possedere
l'aria: quanto si guadagnerebbe facendo pagare a tutti un tanto a
respiro? Le privatizzazioni rese obbligatorie da varie leggi nazionali
che recepiscono le direttive della Banca Mondiale portano l'acqua nelle
mani di poche multinazionali, Coca-Cola, Nestlé, Danone, Suez-Lyonnaise
des Eaux, Thames Water, Bechtel. Risultato?

Bevi la Coca-Cola che ti fa bene! Tanto l'acquedotto non funziona, e
l'acqua in bottiglia, sempre della Coca-Cola Company, costa più della
Coca-Cola stessa. E poi, come si è visto durante l'embargo contro
l'Iraq, la Coca-cola si trova anche dove manca il pane!

Quello dell'acqua non si chiama strozzinaggio, si chiama genocidio. Non
c'è salute se non c'è acqua potabile; le malattie legate all'acqua
uccidono ogni anno due milioni e duecentomila persone.

Chi in Italia subisce per otto mesi all'anno il ricatto dell'acqua che
non c'è, che deve cercare, che deve rubare, che non basta, che non si può
bere, che deve comperare a sessanta centesimi la bottiglia, capisce forse
meglio questi meccanismi.

Ma c'è di più, ci sono le guerre dell'acqua. Tutti gli esperti di
strategia stimano che le guerre del futuro saranno non tanto per l'oro
nero, il petrolio, ma per l'oro blu, cioè l'acqua. Già adesso le dighe
vengono costruite per tenere in pugno popoli interi; un israeliano può
consumare in media tanta acqua quanto cinque palestinesi; in Perù
l'esercito spara sulla folla che si oppone alla cessione di un invaso. E
controllare l'acqua vuol dire controllare capillarmente il
territorio, quindi poter sottomettere tutto.

Allora che c'entrano gli anarchici? Forse che il loro obiettivo può
essere quello di avvelenare donne bambini uomini? No davvero. Nuocere
alla gente non è mai stato l'obiettivo degli anarchici; noi siamo per una
organizzazione sociale senza capi, non certo senza persone. Noi non siamo
la Nestlé, e non siamo neanche lo Stato.

Per sapere chi avvelena, si pensi: a chi giova questo fenomeno
dell'avvelenamento delle bottiglie nei supermercati?
Allo Stato che chiama alla repressione e alle grandi imprese che lo
dirigono, e faranno presto le bottiglie di sicurezza a soli trenta
centesimi in più.

Dal loro punto di vista, dopo aver lanciato questa semplice tecnica e
addirittura spiegato chi la dovrebbe usare, l'ideale sarebbe trovare un
ingenuo esecutore per dargli le colpe dell'estinzione dei brontosauri,
delle cassette esplosive, della lettura di siti Internet anarchici,
dell'infelicità del mondo, del deficit pubblico, della crisi del
comparto automobilistico, e colpire attraverso lui il movimento
anarchico.

Speriamo quindi che la varecchina vada di traverso alle polizie di tutto
il mondo e al loro misero cervello.

Noi non abbiamo una radio dove dire "si ritiene probabile la pista
statale per gettare il panico nella popolazione"; ci affidiamo a questo
comunicato, al buonsenso e alla dignità di chi legge.


La redazione di AcrataZ -
Sito Web e Portale per l'Anarchismo
http://www.ecn.org/acrataz/




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center