A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ TŘrkše_ The.Supplement
{Info on A-Infos}

(it) Primavalle (Roma) avvenimenti 16 aprile

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Thu, 17 Apr 2003 10:35:36 +0200 (CEST)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Da: Meletta <meletta@aconet.it>

fwd da "Collettivo Antagonista Primavalle" <bougest@inwind.it>

avvenimenti 16 aprile Primavalle

Strano ma non troppo!!!

In un tiepido pomeriggio di primavera per circa dieci minuti il clima a
Primavalle Ŕ cambiato. Una cinquantina di fascisti capeggiati da M.
Boccacci ed altri individui meno noti ma riconosciuti, nel trentennale
della morte dei fratelli Mattei riproponevano la solita provocazione
sbeffeggiati da compagni ed abitanti del quartiere. Per una volta,
venendo meno alle tradizioni, anticipavano l'appuntamento alle ore 15.00
davanti alla solita chiesa del quartiere, forse per dare la possibilitÓ
a tutti di poter vedere il derby. Quartiere meno presidiato di altre
analoghe occasioni da P.S. e C.C.. Arrivati sotto la palazzina dove
abitavano i Mattei, deposti i fiori davano inizio alla sceneggiata,
lanciando bombe carta , fumogeni modificati con scoppio ritardato e
sassi, il tutto sotto attenta e vigile osservazione delle forze
dell'ordine, le quali impassibili verso i fasci fronteggiavano i
compagni riprendendoli con cineprese e pronti alla carica, erano
talmente concentrati sugli
antifascisti che tre P.S. ed un C.C. rimanevano feriti dai bomboni
lanciati dai fasci che non raggiungevano i compagni. Tutto questo
avveniva mentre nelle vie limitrofe circolavano i bambini delle
elementari appena usciti dalle scuole. L'atteggiamento delle forze
dell'ordine rimasti per diversi minuti sotto il tiro di petardi vari e
sassi rimanendone colpiti e feriti senza muovere un dito, la dicono
lunga sulle direttive
comportamentali arrivate da stanze molto in alto. Per conoscenza Ŕ utile
ricordare che nella prima settimana di Aprile il consiglio del
XIX municipio a maggioranza di centro destra ha approvato una delibera
che intitola un parchetto ai fratelli Mattei in quanto "martiri della
libertÓ". La storia ci ha insegnato quale sia la logica
dell'utilizzazione strumentale delle varie organizzazioni fasciste nel
corso degli anni passati da parte del potere che di volta in volta li
ha utilizzati strumentalmente per distogliere le attenzioni dei
movimenti dalle contraddizioni primarie del potere.

La scelta dei compagni-e presenti al presidio di non rispondere alle
provocazioni ha dimostrato per l'ennesima volta maturitÓ e
determinazione dovuta anche alla consapevolezza che la presenza dei
fascisti oggi come in altre circostanze Ŕ totalmente disapprovata ed
isolata da parte degli abitanti del quartiere. La definizione di
"coglioni stronzi" strillatagli dalla stessa palazzina dove abitavano i
Mattei accompagnati dal lancio di vari oggetti Ŕ la dimostrazione della
totale estraneitÓ di questi utili idioti dalla realtÓ sociale del
territorio. Sulla questione dei Mattei la veritÓ storica e ben
conosciuta da tutti, la faida interna alla sezione Giarabub di Via
Svampa a Primavalle, che contrapponeva la componente di Ordine Nuovo a
quella del MSI di Almirante faida che ha determinato la morte dei
fratelli. La controinchiesta su questa vicenda, svolta da un collettivo
di Potere Operaio nel 1974 e pubblicata nel libro dal titolo "Primavalle
incendio a porte chiuse", si trova sul sito di Tactical Media Crew
sezione memoria ( la polizia postale ha censurato il file che trattava
in particolare la questione della contrapposizione spesso violenta delle
due fazioni) oppure si possono richiederne le fotocopie ai compagni del
Collettivo Antagonista Primavalle.

Quello che Ŕ successo il 16 pomeriggio insieme ad una serie di
avvenimenti che ha visto coinvolto l'intero territorio nazionale dal
nord al sud compresa l'uccisione del compagno Dax a Milano pone i
compagni-e di fronte ad una ennesima presa di coscienza e responsabilitÓ
giÓ vissuta in anni passati. La copertura che le forze dell'ordine
danno alle iniziative delle varie componenti fasciste Ŕ ormai evidente,

riteniamo che bisogna agire in maniera intelligente e determinata non
cedendo spazi a fascisti e provocatori prezzolati, non distogliendo
energie dal lavoro quotidiano che i compagni-e del movimento svolgono
ultimamente prevalentemente nei percorsi di opposizione alla guerra. Da
parte nostra possiamo solo ribadire la nostra pratica antifascista
militante tutta interna ai percorsi politici che il movimento si darÓ
in futuro, facendo rientrare tutto ci˛ in una lettura complessiva della
realtÓ, non ci interessano le cosiddette guerre per bande ma una cosa
deve essere ben chiara non tollereremo come sempre presenze fasciste
nei nostri quartieri.

Collettivo Antagonista Primavalle

Compagni/e contro la guerra


Roma, 16 aprile 2003




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center