A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
{Info on A-Infos}

(it) Turchia: Comunicato contro la guerra degli Anarchici di Istanbul (tr,en)

From worker-a-infos-it@ainfos.ca (Flow System)
Date Fri, 4 Apr 2003 00:17:45 +0200 (CEST)


________________________________________________
A - I N F O S N E W S S E R V I C E
http://www.ainfos.ca/
http://ainfos.ca/index24.html
________________________________________________

Da: "devrim" <devrim@savaskarsitlari.org>

Il comunicato che segue è stato distribuito ad un mercato
popolare ad Istanbul, firmato dagli "Anarchici di Istanbul".
Risulta che il 90-95% della popolazione di questo paese sia
contro la guerra. Tuttavia, ogni settore politico ha i propri
motivi per opporsi alla guerra, e infatti si oppongono soltanto
ad alcune guerre. Per questo motivo, oltre a partecipare alle
manifestazioni unitarie con i nostri propri slogans e contenuto,
ci è parso necessario comunicare la nostra opposizione in modo
diretto. Abbiamo constatato che spesso i volantini non vengono
letti, così questa volta abbiamo deciso di arrotolarli,
legandoli con un filo e distribuirli in questa maniera. Infatti,
incuriosita, la gente non li ha buttato subito: molti si sono
fermati subito a leggere, altri lo mettevano in tasca or nella
borsa per portarselo a casa. Speriamo che ne sia valsa la pena.


******

Alle donne e agli uomini che leggono questo comunicato!

Mentre leggete, stanno morendo mutilati centinaia di donne,
bambini e uomini. Quello che ci fanno vedere alla televisione è
una guerra senza sangue che rende possibile guardarla da
lontano. Basta pensare ad una persona mutilata davanti agli
occhi: proprio ora in Irak e Afghanistan la gente viene
massacrata dalle tonnellate di metalla che la piovono adosso.

Già un ufficiale statunitense ha dichiarato ufficialmente che
usano l'uranio. Questo significa che il proiettile non solo
uccide o ferisce il corpo che lo riceve, ma quella persona
diventa una fonte di radioattività, uccidendo chi gli sta
intorno. Chi può desiderare un'atrocità stupefacente del genere?
I trafficanti di arme, i trafficanti di donne, quelli che hanno
acquisito esperienza durante la guerra del Sud-est e che proprio
ora stanno allestendo bordelli per i soldati americani che si
trovano a Silopi, quelli che hanno il denaro, il denaro, il
denaro come fede e religione, i signori del mondo! Le guerre
uccidono le persone, gli eserciti sono assassini professionisti.

Sono anni che ci imboccano la menzogna che, come debito al
nostro paese, abbiamo il dovere di sacrificare noi stessi ed i
nostri bambini per l'amor di una manciata di capitalisti.
Menzogna! Quel che si chiama "Paese" in questo mondo non è altro
che lo sfruttamento all'interno di confini tracciati dagli
Stati. Quelli sopra di noi ci hanno raccontato sfacciatamente di
tutto il denaro che avremmo ricevuto dagli Stati Uniti in cambio
di questa strage, che appena arrivano questi soldi cambieranno
le nostre vite per il meglio. Possiamo accontentarci delle
bollette per la luce, l'acqua, il gas che saranno pagati con il
sangue delle donne, i bambini e gli uomini iracheni? MA E' SOLO
UN'ALTRA MENZOGNA! Anche quei soldi finiranno nele tasche
dell'esercito, dello Stato e dei padroni.

A noi spetteranno i manganelli, proiettili e gli insulti della
polizia. Cosa significa per noi quell'economia di cui ci parlono
così spesso, a parte gli sbalzi dei prezzi? Quando mai
"ravvivare l'economia" ha avuto anche un minimo effetto
ravvivante nelle nostre case? DONNE! LE GUERRE COLPISCONO SEMPRE
A NOI! Siamo noi quelle che vengono impoverite, che vengono
stuprati o costretti a prostituirci per la guerra... Non
dobbiamo permettere che i nostri uomini e figli vengano inviati
in guerra! "Quello che andrà non tornerà" ... ma se dovesse
tornare, o sarà diventato assassino, o sarà mutilato o sarà
morto! Lo Stato porta via i nostri "per il bene del paese", ma
sono i depositi l'uniche cose di cui se ne preoccupa. UOMINI!
Stiamo lontani con i nostri figli, i nostri fratelli e le nostre
sorelle, le donne! Non andiamo in guerra! Infatti, c'è chi si è
rifiutato di andarci. In tutto saranno 32.

Noi li chiamiamo OBIETTORI DI COSCIENZA. Rifiutano apertamente
la logica di uccidere o di morire che fa parte del "dovere del
milite". Lo fanno davanti alla stampa, in pubblico. Hano
annunciato che non prenderanno mai parte in alcun progetto
militare. L'umanità non è morta! Un'altra vita è possibile! Con
la solidarietà possiamo far crollare la violenza del male!
Maledizione a tutte le guerre!

[trad.- nmcn/ainfos]




*******
*******
****** A-Infos News Service *****
Notizie su e per gli anarchici

Per iscriversi -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
Per informazioni -> http://www.ainfos.ca/it
Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca



A-Infos Information Center