A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ All_other_languages
{Info on A-Infos}

(it) Umanità Nova n.30 - Nazi Logo: Zyklon come marchio

From Worker <a-infos-it@ainfos.ca>
Date Sun, 29 Sep 2002 12:10:28 -0400 (EDT)


 ________________________________________________
      A - I N F O S  N E W S  S E R V I C E
            http://www.ainfos.ca/
        http://ainfos.ca/index24.html
 ________________________________________________

Da "Umanità Nova" n. 30 del 22 settembre 2002 



Nazi Logo
Zyklon B, il gas usato nei lager, adottato come marchio 


Prima vi è stata la ditta inglese Umbro, produttrice di
abbigliamento sportivo, a dare il nome Zyklon B a delle scarpe
d'allenamento, costretta a fare marcia indietro e a balbettare
le proprie scuse in seguito ad un'ondata di proteste per
l'utilizzo per fini commerciali del tristemente noto nome della
sostanza chimica - un acido cianidrico allo stato solido
cristallino - impiegato nelle camere a gas dei lager, in
particolare quello di Auschwitz-Birkenau.

Adesso dopo la Umbro è stato il turno della Siemens, la nota
multinazionale tedesca di elettrodomestici, che aveva chiesto la
registrazione del nome Zyklon presso l'ufficio brevetti
americano, l'US Patent & Trade Mark Office, per una serie di
accessori per la casa, inclusi forni a gas (!).

Anche in questo caso, quando la circostanza è divenuta di
dominio pubblico, ha sollevato vibrate proteste e la ditta ha
dovuto rinunciare a tale progetto.

Tra l'altro la Siemens ha ben più di uno scheletro nella sua
storia; infatti finanziò abbondantemente l'ascesa del partito
nazista e durante la guerra nelle sue fabbriche largo uso di
lavoratori-schiavi prigionieri nei kampi (si veda a riguardo
l'eccellente saggio di Ricciotti Lazzero, "Gli schiavi di
Hitler", Mondadori), sfruttandoli fino allo stremo.

Per quanto riguarda invece la produzione dello Zyclon B, nato
come insetticida, vale la pena ricordare che era prodotto dalla
IG Farben, potentissima impresa tedesca ma con consistenti
azioni per innumerevoli milioni di dollari possedute da note
banche americane quali la Chase Bank dei Rockfeller, la Morgan e
la Warburg; anche la IG Farben fu una delle più importanti
finanziatrici del partito nazista.

Superfluo dire che i vertici e i proprietari della Siemens e
della IG Farben, così come di tutte le industrie belliche
tedesche, del dopoguerra avrebbero potuto continuare a fare il
loro "lavoro" e di fronte a questo fatto anche il cattivo gusto
degli attuali addetti al marketing appare appena come un lapsus
freudiano.

Anti 



http://www.ecn.org/uenne/



*******
                  *******
     ****** A-Infos News Service *****
          Notizie su e per gli anarchici

 Per iscriversi        -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
                          nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
 Per informazioni      -> http://www.ainfos.ca/it
 Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
 Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca




A-Infos Information Center