A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ All_other_languages _The.Supplement
{Info on A-Infos}

(it) F.d.C.A. Consiglio dei delegati 06/10/02

From fdca <fdca@fdca.it>
Date Sun, 13 Oct 2002 18:59:52 -0400 (EDT)


F.d.C.A.
CONSIGLIO DEI DELEGATI
GENOVA 6 OTTOBRE 2002
Sender: worker-a-infos-it@ainfos.ca
Precedence: list
Reply-To: a-infos-d-it

 ________________________________________________
      A - I N F O S  N E W S  S E R V I C E
            http://www.ainfos.ca/
        http://ainfos.ca/index24.html
 ________________________________________________


Il Consiglio dei Delegati della Federazione dei Comunisti
Anarchici, riunitosi a Genova il 6 ottobre 2002 assume il
seguente ordine del giorno:

SCIOPERO DEL 18 OTTOBRE

Le politiche neoliberiste già avviate dai governi del
centro-sinistra vengono accentuate dal governo di centro-destra
in un contesto internazionale che non prevede aumenti del PIL,
incentiva l'inflazione e costringe a politiche di bilancio
restrittive della spesa pubblica.

Lo sciopero generale indetto dalla CGIL e dal sindacalismo di
base cerca di rispondere ad un attacco congiunto portato dalla
Confindustria e dal Governo sia sul piano del salario che dei
diritti e delle libertà sociali. Nel giro di pochi mesi, dal
"Patto per l'Italia", all'approvazione del Ddl 848 sulla
flessibilità, alla Finanziaria 2003, l'impoverimento dei salari
si è accompagnato a  processi di precarizzazione del lavoro
sempre più accentuati ed alla riduzione del salario indiretto e
differito nella forma dei diritti alla salute, all'istruzione,
all'assistenza, alla previdenza.

La prevedibile approvazione del Ddl 848bis sulle modifiche
all'art.18 dello Statuto dei Lavoratori ed altri provvedimenti
sulle pensioni comprometteranno ulteriormente le condizioni
materiali dei lavoratori/trici garantiti e non garantiti.

La risposta unitaria di tutto il mondo del lavoro è condizione
indispensabile per costruire un'opposizione di massa vincente
sia nei posti di lavoro che nelle categorie e nel territorio.

In questa situazione l'FdCA ribadisce la scelta del sindacalismo
conflittuale a prassi libertaria come percorso strategico per
coordinare l'azione degli attivisti sindacali libertari e
rilanciare la lotta per il salario, la riduzione di orario a
parità di salario, le libertà sindacali, i diritti sociali. 

GUERRA

I rischi di una guerra convenzionale in Irak hanno radici
lontane che stanno sia nei mai interrotti bombardamenti del
territorio iracheno da parte anglo-americana, sia nella
determinazione dell'amministrazione USA ad espandere il
controllo su materie prime e vie di comunicazione strategiche in
ogni angolo del pianeta. L'opposizione di Cina, Russia ed Unione
Europea ai progetti bellici americani non ha nobili intenti
pacifisti, ma solo ragioni militari-economiche meno invasive e
negoziabili su altri scenari.

In Italia, solo l'ipotesi di guerra ha già comportato un
incremento della spesa militare del 7% ed un eventuale stato di
guerra condizionerà i rinnovi contrattuali e le scelte di
politica economica.

L'FdCA si impegnerà nella costituzione e partecipazione a
comitati di massa contro la guerra che in ogni territorio
sappiano sviluppare politica antimilitarista e prassi libertaria.

SOCIAL FORUM EUROPEO

La riunione del Social Forum Europeo a Firenze in novembre
costituisce un evento mediatico che vedrà migliaia di attivisti
del movimento anti-globalizzazione assistere alla passerella di
leaders portavoce di istanze etico-socialdemocratiche in una
realtà economico-politica che non offre affatto spazi di
mediazione tipici delle socialdemocrazie, bensì solo luoghi e
ragioni di conflitto e lotta di classe. 

L'FdCA non aderisce ai Social Forum locali, nazionali o
internazionali, ma agisce all'interno del movimento
anti-globalizzazione con la prassi ed i contenuti caratteristici
dei comunisti-anarchici. La lotta ai processi di globalizzazione
economici e militari si conduce attraverso la critica, la
denuncia e l'opposizione di massa alle politiche del capitalismo
e degli Stati nazionali, senza alcuna concessione alla
riformabilità degli apparati internazionali (FMI, BM, OMC,...) o
a disastrose partecipazioni elettorali.

L'FdCA ritiene utile che nelle giornate di Firenze, il movimento
anarchico e libertario sappia esprimere situazioni ed iniziative
organizzative e di mobilitazione in grado di dare un'alternativa
libertaria ed antiautoritaria per il movimento
anti-globalizzazione. 


http://www.fdca.it
fdca@fdca.it


*******
                  *******
     ****** A-Infos News Service *****
          Notizie su e per gli anarchici

 Per iscriversi        -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
                          nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
 Per informazioni      -> http://www.ainfos.ca/it
 Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
 Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca




A-Infos Information Center