A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ TŘrkše_ All_other_languages
{Info on A-Infos}

(it) NAKHDAR: Un giornale anarco-comunista persiano (en)

From Worker <a-infos-it@ainfos.ca>
Date Sun, 13 Oct 2002 12:14:32 -0400 (EDT)


 ________________________________________________
      A - I N F O S  N E W S  S E R V I C E
            http://www.ainfos.ca/
        http://ainfos.ca/index24.html
 ________________________________________________

From:  "stiobhard" <stiobhard@yahoo.com>



"NÚ Dio NÚ Stato NÚ Padroni"

NAKHDAR: Un giornale anarco-comunista persiano, primavera 2002, no. 2


Chi siamo:

Questo Ŕ il secondo numero di un giornale anarco-comunista in
lingua farsi (lingua "nazionale" dell'Iran) e pubblicata negli
USA. E', per quanto ne sappiamo noi, il primo giornale del
genere mai pubblicato. Noi siamo una manciata di iraniani che ha
capito la necessitÓ di avere nel generale movimento "di
sinistra" iraniano di una tendenza indipendente e
antiautoritaria. Solo con questo mezzo possiamo partecipare a ed
influenzare il successo di un autentico movimento rivoluzionario
nell'Iran.

Non pretendiamo di avere delle risposte a tutte le questioni di
tattica e/o strategia ma siamo pienamente d'accordo sulla
necessitÓ di stabilire i fondamenti teorici del movimento. In
qualitÓ di comunisti anarchici, lavoriamo verso il completo
rovesciamento del capitalismo e dello stato in Iran. Per poter
costruire una societÓ (e un mondo) priva di classi sociali,
libero e egualitaria, il nostro movimento si base sui principi
anarchici della decentralizzazione, il federalismo, il mutuo
soccorso, l'autogestione e la democrazia diretta. Tutti i mezzi
di produzione, le richezze e le risorse sarebbero, ovviamente,
di proprietÓ comune to tutti. La distibuzione dei beni e dei
servizi si baserÓ sui fabbisogni di ciascun individuo, in
aderenza al principio: "Da ognuno secondo le sue capacitÓ, ad
ognuno secondo i suoi bisogni".

Siamo contro qualsiasi forma di nazionalismo e tutte le altre
forme di divisione artificiali all'interno della classe operaia
nel mondo intero. Sosteniamo tutti i movimenti antimperialisti
che si batono contro la dominazione "globalizzata" neoliberista
delle corporazioni. Noi anarchici dobbiamo rimanere in una
posizione di rilievo all'interno di queste lotte. E' ingenuo
credere che questo processo rivoluzionario sarÓ pacifico.
Crediamo fermamente che finchÚ la libertÓ sarÓ negata attraverso
la mano del capitale e dello stato, non avremo mai pace sociale.
A questo fine giustifichiamo e incorraggiamo tutti i mezzi
rivoluzionari che valorizzano la guerra di classe: lo sciopero
generale, l'azione diretta, il sabotaggio, i danni alla
proprietÓ, la disubbidienza civile e il confronto di massa. La
questione della violenza rivoluzionaria va considerata da un
punto di vista tattico, non da uno ideologico!

ABBASSO IL REGIME FASCISTA DELLA REPUBBLICA ISLAMICA DELL'IRAN

* * * * *

Sinossi degli articoli in lingua farsi

(1) Gli avvenimenti del 11 settembre 2001 e il loro significato
nel mondo: La "nuova" politica imperialista e hegemonia mondiale
degli USA; Il comunista di ieri e il terrorista di oggi; Il
furto delle nuove riserve di petrolio e gas dai paesi dell'Asia
centrale; Silenziare la voce della lotta rivoluzionaria in tutto
il mondo; Le responsabilitÓ dei Comunisti anarchici.

(2) Evviva il Primo Maggio: La solidarietÓ nella classe operaia:
una breve storia dei martiri di Haymarket (Chicago) e la lotta
globale odierna.

(3) Seconda (e ultima) parte dell'opuscolo "Tutto quello che hai
sempre desiderato sapere sull'anarchismo ma avevi paura di chiedere".

(4) Prima parte dell'opuscolo "Liberandosi: un abbozzo di
un'associazione di quartieri democratica e autonoma e come
ottenerla" di jared james, 1998.

(5) Anarchismo e organizzazione: un breve saggio di Errico Malatesta. 

(6) Traduzione di un'intervista con Noam Chomsky entitolata "Gli
USA sono uno dei principali stati terroristici" di David
Barsamian, pubblicata nel Monthly Review Press, Settembre 2001.

(7) Omaggio a "Ahmad Shamloo", il poeta rivoluzionario e critico
sociale iraniano recentemente scomparso; ripubblicazione di
tratti del suo enciclopedia (non del tutto pubblicato) del nome
"Axund" (o "Mullah" = clerico islamico), una collezione di motti.

(8) Articolo scritto per celebrare l'8 Marzo, la festa della
donna entitolato "Il ruolo rivoluzionario di Forough Farokhzad".
Morta in un incidente stradale nel 1963 all'etÓ di 32 anni,
Farokhzad era una poeta, feminista e regista iraniana che carc˛
di liberarsi dalla societÓ patriarcale dell'Iran moderna. La sua
lotta fu la base per le future generazioni di femministe.
Ottenne riconoscimento internazionale per i suoi pochi
documentari e nel 1965, l'Unesco fece un film di 30 minuti sulla
sua vita. Anche Bernardo Bertolucci ha fatto un breve film sulla
sua vita. L'articolo, scritta da Ava nel 1985, ci Ŕ stata
inviata da lei da Parigi.

(9) Una traduzione di una parte del libro "Luna ribelle: poesie
e rants anarchiche" di Norman Nawrocki.

(10) Una traduzione del libro "A bere il mare a Gaza: giorni e
notti in una terra sotto assedio" di Amira Hass, traduzione
della nostra compagna americana, Anastasia.

(11) Una breve presentazione del libro "Crisi moderna" di Murray Bookchin.

Indirizzo:
NAKHDAR  
PO Box 380473  
Cambridge, 
Massachusetts, 
02238-0473 
USA

e-mail: NAKHDAR@hotmail.com

[trad. - nmcn/ainfos]


*******
                  *******
     ****** A-Infos News Service *****
          Notizie su e per gli anarchici

 Per iscriversi        -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
                          nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
 Per informazioni      -> http://www.ainfos.ca/it
 Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
 Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca




A-Infos Information Center