A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ All_other_languages _The.Supplement
{Info on A-Infos}

(it) comunicato anarchici e libertari calabresi sugli arresti noglobal

From Worker <a-infos-it@ainfos.ca>
Date Sun, 17 Nov 2002 10:45:39 -0500 (EST)


 ________________________________________________
      A - I N F O S  N E W S  S E R V I C E
            http://www.ainfos.ca/
        http://ainfos.ca/index24.html
 ________________________________________________

IL REGIME DEMOCRATICO COL GOVERNO BERLUSCONI
HA BUTTATO GIÙ LA MASCHERA


20 esponenti del movimento noglobal dell’Italia meridionale sono
stati arrestati su disposizione della magistratura di Cosenza:
13 trasferiti in carcere e sette agli arresti domiciliari.

Se non fosse per il fatto che persone che lottano per un mondo
alternativo a quello esistente si trovano richiuse dall’oggi al
domani nelle patrie galere, l’operazione repressiva, per i reati
contestati (cospirazione politica mediante associazione al fine
di turbare l’esercizio delle funzioni di governo, propaganda
sovversiva tesa a sovvertire l’ordinamento economico), non
sapremmo se definirla grottesca o paradossale. 

Nell’azienda Italia, ufficialmente gestita dal governo delle
imprese, insomma, da oggi si può essere arrestati per il
semplice fatto di manifestare il proprio dissenso e di lottare
alla luce del sole per una progettualità sociale alternativa
all’esistente: il regime ha buttato giù la maschera!

Paradosso comunque vuole che per simili reati, essenzialmente
d’opinione, d’ora in avanti si possono colpire non solo le
centinaia di migliaia di persone che danno vita alle
manifestazioni noglobal, ma anche i girotondini, l’apparato
burocratico CGIL, nonché la stessa opposizione parlamentare,
magari tutti accusati "di turbare l’esercizio delle funzioni di governo".

In effetti la verità è una sola: tale vergognosa operazione
repressiva tende semplicemente a criminalizzare ed intimidire un
intero movimento, che lo si vuole a tutti i costi dividere in
buoni e cattivi nonché scoraggiarlo ad intraprendere azioni di
massa che possano turbare la violenza che il potere imperialista
(statunitense e magari europeo ed altro ancora) ha intenzione di
scatenare da qui a qualche mese in Iraq uccidendo donne, uomini,
vecchi e bambini e non certamente Saddam.

Non è un caso che tale operazione viene a consumarsi
all’indomani della grande manifestazione contro la guerra
tenutasi il 9 di novembre a Firenze, che ha visto un milione di
persone scendere in piazza contro la barbarie dei potenti della terra.

Così come non è certamente un caso l’aver colpito il movimento
noglobal del  meridione d’Italia, perché magari lo si ritiene
più marginale e dunque non capace di dare una risposta adeguata
a questa vergognosa provocazione del potere.

Se fosse vera quest’ultima ipotesi, il potere ancora una volta
ha fatto i conti senza l’oste: a Cosenza non solo le strutture
del movimento ma anche la gente comune è pronta a mobilitarsi
contro questa ennesima vigliaccata dello stato e solidarietà
agli arrestati e manifestazioni si stanno già tenendo nel resto d’Italia.

Noi anarchici e libertari calabresi ben conosciamo molti dei
compagni del cosentino arrestati: li abbiamo avuti al nostro
fianco nelle lotte in difesa dell’ambiente, dei diritti degli
immigrati e per una risoluzione autogestionaria delle
problematiche sociali. Così come ben conosciamo l’impegno nel
sociale del compagno Claudio Dionesalvi di area libertaria e
collaboratore di "Comunarda" (periodico del coordinamento degli
anarchici e libertari calabresi).

Solidarietà incondizionata a tutte le vittime della repressione statale! 

Non riusciranno a spegnerci la voglia di continuare a lottare
per un altro mondo possibile, per un mondo senza più sfruttati e
sfruttatori, per un mondo di liberi ed uguali!
 

Coordinamento degli anarchici e dei libertari calabresi,
Federazione Anarchica "G. Pinelli" di Spezzano Albanese aderente
alla FAI - Federazione Anarchica Italiana, Gruppo anarchico
"Nino Malara" di Rende, Ateneo libertario "A gatta" di Cosenza,
Federazione Municipale di Base di Spezzano Albanese, Federazione
Municipale di Base di San Lorenzo del Vallo.

 
15.11.02, Stamp. In prop. Via U. Boccioni, Spezzano Alb. CS


*******
                  *******
     ****** A-Infos News Service *****
          Notizie su e per gli anarchici

 Per iscriversi        -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
                          nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
 Per informazioni      -> http://www.ainfos.ca/it
 Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
 Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca




A-Infos Information Center