A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ TŘrkše_ All_other_languages _The.Supplement
{Info on A-Infos}

(it) NO PASARAN subito tutti liberi!!!

From "Meletta" <meletta@aconet.it>
Date Sun, 17 Nov 2002 10:23:01 -0500 (EST)


 ________________________________________________
      A - I N F O S  N E W S  S E R V I C E
            http://www.ainfos.ca/
        http://ainfos.ca/index24.html
 ________________________________________________



NO PASARAN

Dopo l'enorme risposta politica di massa del Movimento No-global europeo di 
Firenze, scatta puntuale un'altra grossolana provocazione poliziesco-giudiziaria 
ai suoi danni, nel tentativo schizofrenico e pericoloso di ridurre quel meraviglioso 
patrimonio di riflessione e proposte a contenzioso repressivo.

Dall'alba del 15/XI sono in corso numerose perquisizioni e arresti ai danni di 
compagni/e meridionali, ordinate dagli inquirenti di Cosenza, Plastina/Fiordalisi, 
per i reati di "cospirazione politica e propaganda sovversiva" attribuiti alla rete 
meridionale del Sud Ribelle, durante le giornate di NAPOLI e GENOVA 2001.

Sin dall'alba sono state effettuate 42 perquisizioni in tutta Italia con metodi 
spesso forzosi e violenti; gli arresti sono 20 di cui 13 in stato di detenzione e 
8 agli arresti domiciliari.

L'elenco degli arrestati Ŕ il seguente:

1. 11 in stato di detenzione nel carcere speciale di Trani: Cirillo Francesco, 
Dionesiani Claudio, Talarico Gianfranco, Santagata Michele, Campenný 
Antonino, Mattia Giancarlo (tutti calabresi di Cosenza, Vibo, Catanzaro) Stasi 
Salvatore (Benevento), Rollo Antonio (Montefiascone).

2. 2 in stato di detenzione nel carcere speciale femminile di Latina:
Anna Curcio (Cosenza), Azzarita Lidia (Napoli)

3. 7 in stato di arresti domiciliari:

Cirilllo Emiliano, Brunetti Antonio, Fonzino Gianluca, Franzoso Lucia, Petruzzi 
Giancarlo, Olivia Vittoria, Orfeo Giuseppe.

Tra gli arrestati i militanti della Confederazione COBAS sono:

1. Stasi Salvatore e Campenni Antonino dell'Esecutivo Nazionale, Giancarlo 
Petruzzi, Fonzino Giuseppe e Gianluca, Antonio Brunetti della sede di Taranto.

Il voluminoso mandato di cattura, 357 pagine, Ŕ fatto soprattutto per 
impressionare stante la mancanza di contenuto e di prove, costituite 
esclusivamente da intercettazioni telefoniche e telematiche.

La tipologia dei reati di cospirazione politica e propaganda sovversiva Ŕ 
quella da cui non ci si pu˛ difendere.

Il fascismo coni˛ nel Codice Rocco questi "reati" per sconfiggere e 
sottomettere l'opposizione politica a Regime. Nella Repubblica sorta 
dalla Resistenza, non essendo stati cancellati questi "reati" dai codici, 
negli anni '70 la DC per mantenersi al potere li rispolver˛ e la parte pi¨ 
ideologica della Magistratura se ne servý e ne abus˛ con i famigerati teoremi 
accusatori nei confronti della sinistra antagonista. Ben poche volte, per˛, 
questo duplice arbitrio -quello degli arresti e dei processi- ha retto di fronte 
ai Tribunali della LibertÓ e dei Giudici di Merito.

Per il potere costituito battersi contro la globalizzazione capitalistica Ŕ un 
reato, non lo hanno ancora sanzionato nei codici, ma intanto operano di 
conseguenza, sequestrando centinaia di attivisti antiliberisti, antirazzisti, 
antimilitaristi che promuovono a Taranto, Cosenza, Benevento, Napoli, in 
tutte le periferie del Sud e nelle metropoli del centro-nord, la possibilitÓ che 
un mondo alternativo al sistema capitalista, si avveri.

Quanto alla rete Sud Ribelle, questa Ŕ la fioritura solare dell'articolato e 
plurale popolo no-global che l'inquirente non riesce a cogliere perchÚ intriso 
solo di mentalitÓ cadina e di categorie irregimentate.

Siamo tutti/e sud-ribelle in quanto la questione meridionale Ŕ sempre di 
contingente attualitÓ:

- sia per la costante marginalitÓ e precarietÓ sociale che costringe la 
popolazione all'arte di arrangiarsi e alla sudditanza alle cosche criminali;

- sia per la perdita di quel poco di occupazione stabile che c'Ŕ, i casi FIAT 
(Termini Imerese) ed ENI (Gela) sono emblematici di tutto il Sud;

- sia per il mercato degli schiavi che si rinnova con l'immigrazione forzata 
della catastrofe liberista e con la perdita di identitÓ dell'immigrato considerato 
dalla Bossi-Fini solo un articolo del Codice Penale;

- sia per le servit¨ militari (Basi NATO-USA) e inquinanti (Fabbriche, 
Discariche) che impongono al Sud perenne sottosviluppo e immobilitÓ.

Rivogliamo subito liberi/e tutti/e.

Pronta mobilitazione in tutto il Paese per sventare l'ennesima provocazione 
ai danni del Movimento contro la Globalizzazione Capitalistica, dei COBAS, 
e di tutti i Sud-Ribelli.


Roma, 15.11.2002 Confederazione COBAS

CONFEDERAZIONE COBAS
Sede Nazionale : Via Prenestina 163 - 00176 - Roma Tel 06-27800816 fax 06-27800817
www.cobas.it email : cobas@cobas.it


*******
                  *******
     ****** A-Infos News Service *****
          Notizie su e per gli anarchici

 Per iscriversi        -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
                          nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
 Per informazioni      -> http://www.ainfos.ca/it
 Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
 Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca




A-Infos Information Center