A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ TŘrkše_ All_other_languages _The.Supplement
{Info on A-Infos}

(it) Danimarca: Venti radicali nel movimento sindacalista danese (en)

From Mikael Altemark <altemark@home.se>
Date Tue, 17 Dec 2002 09:15:30 -0500 (EST)


 ________________________________________________
      A - I N F O S  N E W S  S E R V I C E
            http://www.ainfos.ca/
        http://ainfos.ca/index24.html
 ________________________________________________

[da www.yelah.net]

La Landsorganisationen (LO) [Confederazione danese dei
sindacati] ha revocato il loro finanziamento del
Socialdemokratiet (SD) [Partito socialdemocratico] e si sentre
giÓ un'aria pi¨ fresca tra gli attivisti di Fagligt Ansvar
(ResponsabilitÓ Sindacalista] e la neonata Danska
Syndikalistiska Nńtverket [Rete Sindacalista danese].

Ieri, John Jakobsen, rappresentante del Stilladsarbejderne, e
Ken Fischer, attivista sindacale all'aeroporto di Kastrup, hanno
incontrato tre sindacalisti durante un dibattito internazionale
sul lavoro. Gli organizzatori della conferenza (svoltosi alla
sede di una Ong) erano del gruppo sindacalista della
Socialistisk UngdomsFronts (SUF) [Fronte della Giovent¨
socialista].

Succede molto all'interno del movimento sindacalista danese in
questo periodo. Quest'inverno la LO ha deciso di non finanziare
pi¨ i socialdemocratici in conseguenza di una insoddisfazione
profonda dovuta ad una deteriorazione nei diritti al lavoro. C'Ŕ
anche in corso la proposta di unirsi in un'unica organizzazione
con la Confederazione danese di impiegati proffesionali.

Rappresentanti sindacali della CGT spagnola, la CNT francese e
la SAC svedese sembravano aver molto in comune con i due
sindacalisti danesi. Tutti erano d'accordo che la lotta contro
le privatizzazioni e i contratti individuali siano tra la
questioni pi¨ importanti; inoltre concordavano sul fatto che ci
debba essere pi¨ coordinazione internazionale delle lotte
sindacali. John Jakobsen ha portato qualche esempio di azione
diretta fatta da lui e i suoi compagni di lavoro. 

Dalla platea, un compagno ungherese domandava come era stato
influenzato il movimento sindacalista dalla svolta a destra
della socialdemocrazia europea. Rispondendo, Jakobsen ha
auspicato che i radicali dell'Europa dell'est si facciano
ispirare dal sindacalismo nella loro lotta per stabilire dei
sindacati forti ed indipendenti nei loro paesi. Va aggiunta che
non esiste alcuna organizzazione sindacalista in Danimarca.

La situazione in Danimarca Ŕ diversa rispetto a quella
dell'Europa dell'est. La LO conta quasi il 100% delle iscrizioni
sindacali ed Ŕ praticamente sconosciuto la situazione di
rappresentanti di sindacati diversi nei luoghi di lavoro. Per
questo crediamo che gli attivisti che aspirano ad un
sindacalismo conflittuale devono cercare di cambiare la LO
invece di staccarsi, soprattutto ora che hanno smesso di
finanziare i socialdemocratici e, si spera, di avere a che fare
con loro.


Stefan Bergmark, www.yelah.net



[traduzione di nestor mcnab dalla traduzione inglese di M.Altemark]



*******
                  *******
     ****** A-Infos News Service *****
          Notizie su e per gli anarchici

 Per iscriversi        -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
                          nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
 Per informazioni      -> http://www.ainfos.ca/it
 Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
 Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca




A-Infos Information Center