A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ All_other_languages _The.Supplement
{Info on A-Infos}

(it) Condannato poliziotto che pesto' tre comapagni/e

From Tactical Media Crew <tactical@tmcrew.org>
Date Sat, 14 Dec 2002 07:22:53 -0500 (EST)


 ________________________________________________
      A - I N F O S  N E W S  S E R V I C E
            http://www.ainfos.ca/
        http://ainfos.ca/index24.html
 ________________________________________________

Fuck the Police!

E' stata emessa ieri, 12.12.02 la sentenza per il processo che vedeva da 5 
anni contapposti 2 compagne ed un compagno, Giorgia, Meri e Manolo, contro 
gli agenti di polizia che li pestarono nel commissariato Viminale di Roma 
(http://www.ecn.org/tmcrew/mrta/mrta49.htm) il 23 febbraio 1997, 
arrestandoli a Piazza della Repubblica molto dopo, e lontano, dalla 
manifestazione e le cariche violente avvenute sotto l'ambasciata peruviana 
dopo il massacro del commando del MRTA 
(http://www.ecn.org/tmcrew/mrta/mrta1.htm) che aveva occupato la residenza 
dell'ambasciatore giapponese a Lima.

Un processo che durava da diversi anni (iniziato il marzo 1998 
http://www.tmcrew.org/news/mgm.htm) che ieri e' giunto alla sentenza. I/Le 
compagni/e si impegnarono a denunciare e perseguire il pestaggio. Questa la 
dichiarazione di 6 anni fa che li spinse a denunciare la polizia:

...quello che ci e' successso non e' certamente il primo episodio del 
genere, ma evidentemente vogliamo che sia l'ultimo!!! Quello che accade 
dentro le questure da parte di queste squadrette "stile nazi", sono il 
sintomo di una societa' che tira da una parte, sempre piu' a destra, sempre 
piu' repressiva; la censura totale della stampa e' anche questo un esempio 
che ci porta alla memoria passati bastardi e pericolosi. Il pidiessino 
Napolitano sa bene come erano le questure di una volta, e pare che non gli 
interessi che queste possano essere le stesse anche oggi, evidentemente i 
suoi interessi sono puntati altrove. Non possiamo permettere che accada, se 
esiste una societa' civile, ebbene questa deve farsi sentire, con forza, 
con dignita'. Non c'e' bisogno di molte parole, sono i fatti, quello che 
accade che deve farci prendere una posizione immediata.
E' nostra intenzione denunciare anche sul piano legale questi metodi fascisti.
Il neoliberismo ci sovrasta, fermiamolo, non permettiamo a nessuno di 
trasformare il mondo in un massacro continuo!!!
Le compagne e il compagno arrestati

A questo segui' uno sforzo collettivo di solidarieta' e sostegno ai tre 
imputati/e durante tutti questi anni (gia' perchè oltre ad essere stati 
pestati erano anche accusati di resistenza, lesioni e oltraggio a pubblico 
ufficiale).

La sentenza: l'agente di polizia e' stato condannato a 6 mesi di reclusione 
con pena sospesa (bene perchè il carcere lo vogliamo distrutto) ma con 
risarcimento dei danni subiti per le lesioni con inizio immediato del 
pagamento più il pagamento delle spese processuali e la trasmissione degli 
atti alla procura per avviare nuove indagini rispetto agli altri agenti di 
polizia coinvolti nel pestaggio e riconosciuti dai compagni durante il 
processo mentre andavano a fare i testimoni per la difesa del poliziotto 
ieri condannato.

Giorgia, Manolo e Meri sono stati assolti da ogni accusa.

La corrispondenza dell'avvocata a Radio Onda Rossa 
(http://www.ondarossa.info/audio/2002_12_12_5305.mp3)
-------------

12/12/2002 - 19.12.00 AGI: SCONTRI AMBASCIATA PERU': CONDANNATO 
AGENTE, ASSOLTI MILITANTI

SCONTRI AMBASCIATA PERU': CONDANNATO AGENTE, ASSOLTI 
MILITANTI (AGI) -

Roma, 12 dic. - "E' una sentenza giusta che dimostra che i cittadini vanno 
tutelati soprattutto da parte di chi e' deputato a far rispettare le 
leggi", ha commentato l'avvocato Simonetta Crisci che assiste i tre 
militanti dei centri sociali assieme alla collega Marialuisa D'Addabbo. 
"Nel corso del processo si e' dimostrato - ha aggiunto la D'Addabbo - che 
c'e' stato un balletto di violenze inaudite all'interno del Commissariato". 
L'agente di polizia Borali era finito sul banco degli imputati con l'accusa 
di aver colpito "piu' volte con calci e pugni, mentre si trovavano in stato 
di fermo all'interno del commissariato Viminale, xxx ", nonche' di abuso di 
ufficio perche' "nello svolgimento delle sue funzioni, in violazione delle 
norme che vietano di fare uso di violenza sugli arrestati e prescrivono un 
trattamento degli stessi con forme a spirito di umanita', intenzionalmente 
arrecava loro un danno ingiusto consistito nelle lesioni".


  ----------------------------------------------------------------

                 T a c t i c a l   M e d i a   C r e w
                       http://www.tmcrew.org
                    e-mail: tactical@tmcrew.org

  -------------------- keep.free.media.free -----------------------

    PGP key & e-privacy info: http://www.tmcrew.org/privacy
    Key fingerprint: F0DD F218 A698 267A  37D1 F3C9 3969 8FCD
  -----------------------------------------------------------------




*******
                  *******
     ****** A-Infos News Service *****
          Notizie su e per gli anarchici

 Per iscriversi        -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
                          nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
 Per informazioni      -> http://www.ainfos.ca/it
 Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
 Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca




A-Infos Information Center