A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ All_other_languages _The.Supplement
{Info on A-Infos}

(it) repressione in Italia (en)

From "fdca" <fdca@fdca.it>
Date Sat, 7 Dec 2002 09:34:40 -0500 (EST)


 ________________________________________________
      A - I N F O S  N E W S  S E R V I C E
            http://www.ainfos.ca/
        http://ainfos.ca/index24.html
 ________________________________________________

Il cono d'ombra delle tragiche giornate di Genova ancora si proietta a 
chiudere dietro le sbarre e privare della libertà persone, donne e uomini, 
che tra il 20 e 21 luglio 2001 erano a Genova a manifestare insieme ad 
altri 300.000 la loro opposizione al G8. La repressione dello Stato non si 
è evidentemente conclusa nelle strade e nelle piazze di Genova, ma 
continua tuttora utilizzando le accuse di associazione sovversiva e di 
turbamento dell'ordine pubblico. Scarcerati ieri a Cosenza, imprigionati 
oggi a Genova, scagionati oggi, perseguiti domani, ma sempre tutti inchiodati 
a quel luglio 2001 a Genova. Il movimento è così costretto a rincorrere il suo 
passato recente per difendersi, per ricostruire, per denunciare che la morte 
di Giuliani non fu legittima difesa ma esecuzione, per contrapporre una volta 
di più la libertà di organizzarsi e manifestare al clima di segregazione e di sopraffazione dei diritti civili operata  a Napoli come a Genova, come a 
Cosenza  dagli apparati repressivi dello Stato. Ma la grande  manifestazione 
di Firenze del 9 novembre, le lotte sociali e sindacali dal sud al nord si 
pongono come atti di forte autonomia politica, di determinata affermazione di 
soggettività  che allarga il suo consenso sociale e che solleva questioni politiche
 in termini di uguaglianza e di libertà. Domande a cui lo stato ed il capitalismo 
non hanno risposte che non siano quelle di intensificare  sfruttamento e repressione, licenziare lavoratori/trici e ridurre le lotte sociali ad una questione 
di ordine pubblico. La reazione intimidatoria dello Stato mira dunque a 
diffondere paura ed insicurezza per smorzare le aspre lotte al sud, punta perciò 
a seminare il terrore della repressione incombente tra chi protesta contro i tagli 
della Finanziaria ed i tagli della Fiat, cerca di usare gli "strani" provvedimenti 
della magistratura come elemento di scambio e di pressione per una riforma 
giudiziaria bipartisan.

CONTRO LA REPRESSIONE

CONTRO LA CRIMINALIZZAZIONE DEL MOVIMENTO

DIFFONDERE LE LOTTE SOCIALI E SINDACALI

MOBILITAZIONE PER LA SOLIDARIETA' AGLI ARRESTATI

PROSCIOGLIMENTO DAI CAPI D'ACCUSA 

SCARCERAZIONE E LIBERTA' PER TUTT*

 
F.d.C.A.
Federazione dei Comunisti Anarchici
http://www.fdca.it


*******
                  *******
     ****** A-Infos News Service *****
          Notizie su e per gli anarchici

 Per iscriversi        -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
                          nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
 Per informazioni      -> http://www.ainfos.ca/it
 Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
 Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca




A-Infos Information Center