A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ TŘrkše_ All_other_languages _The.Supplement
{Info on A-Infos}

(it) proiezione video del massacro di Jenin e dibattito con la presenza del regista M. Bakri

From cpa <cpa@ecn.org>
Date Thu, 5 Dec 2002 08:42:40 -0500 (EST)


 ________________________________________________
      A - I N F O S  N E W S  S E R V I C E
            http://www.ainfos.ca/
        http://ainfos.ca/index24.html
 ________________________________________________

DOMENICA 8-12
C/o Cpa Fi Sud
Via Villamagna 27a

a cura del
Comitato Palestina Firenze

Ore 20.00 Cena
ore 21:30
Immagini da Jenin
proiezione video del massacro di Jenin e dibattito con la presenza del 
regista M. Bakri
----------------------------------------------------------------------
Mohamed Bakri volto di punta del cinema palestinese e regista, presenterÓ 
le immagini girate a Jenin durante il massacro. La forza del suo essere 
artista, attore che costruisce col corpo la macchina complessa di un cinema 
che nonostante tutto cerca di esistere, e che lo ha reso volto riconosciuto 
e premiato nel mondo. Lo chiamano un vero indipendente e un combattente del 
cinema.

Muhammed  Bakri Ŕ uno dei volti pi¨ noti del cinema mediorientale. Dopo 
aver interpretato, fin dai primi anni '80, decine di film diretti da 
registi come Barbash, Khleifi, Masharawi, Gitai... ha deciso di passare lui 
stesso alla regia. A Firenze presenta il suo documentario "Jenin.. Jenin", 
girato clandestinamente durante la cruenta e criminale invasione del campo 
profughi palestinese effettuata nella scorsa primavera dall'esercito 
israeliano su ordine del premier Sharon, giÓ tristemente noto per le sue 
responsabilitÓ in altri massacri (come quello di Sabra e Chatila del 1982).

Muhammed  Bakri Ŕ in giro per l'Italia per aiutarci a capire, a vedere e, 
soprattutto, a non nasconderci.
----------------------------------------------------------------------
"Da 54 anni siamo senza un paese, senza passaporto, viviamo in uno stato di 
occupazione eppure proviamo a esistere, a cercare un'identitÓ. Il cinema Ŕ 
uno strumento prezioso per tenere vivo nella memoria quanto ci Ŕ stato 
rubato e distrutto nel 48. Israele continua a accusarci dicendo che siamo 
terroristi e che vogliamo annientarli. Ma sanno bene che Ŕ falso, possiamo 
addurre molti esempi, l'ultimo quanto Ŕ accaduto nel campo di Jenin. Per 
girare a Jenin nei giorni del massacro sono entrato clandestinamente, e 
solo chi Ŕ stato lý pu˛ capire fino in fondo cosa Ŕ accaduto realmente. Il 
terrore della gente e l'intenzione di distruggere tutto, di uccidere da 
parte di una macchina da guerra che stava attaccando un piccolo campo 
profughi. Non voglio essere aggressivo nelle mie frasi ma Ŕ stato un 
massacro. Riprendere era molto difficile, i militari entravano e uscivano, 
circondavano tutto. Dentro potevi vedere la tragedia negli occhi dei 
sopravvissuti, sono stati giorni molto duri per me e non come palestinese 
ma da essere umano. Ero sconvolto, mi chiedevo continuamente come fosse 
possibile che un uomo facesse questo a un altro uomo, come fosse possibile 
tanta crudeltÓ".
(intervista da Il Manifesto, 15/6/02)




*******
                  *******
     ****** A-Infos News Service *****
          Notizie su e per gli anarchici

 Per iscriversi        -> mandare un messaggio a LISTS@AINFOS.CA e
                          nel corpo del msg scrivere SUBSCRIBE A-INFOS-IT
 Per informazioni      -> http://www.ainfos.ca/it
 Per inoltrare altrove -> includere questa sezione
 Per rispondere a questo messaggio -> a-infos-d-it@ainfos.ca




A-Infos Information Center