A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ All_other_languages
{Info on A-Infos}

(it) Sciopero della fame a tempo inderminato del detenuti delle

From presos@libertad.com
Date Sun, 17 Dec 2000 05:41:47 -0500 (EST)


carceri spagnole
Sender: worker-a-infos@ainfos.ca
Precedence: list
Reply-To: a-infos-d

 ________________________________________________
      A - I N F O S  N E W S  S E R V I C E
            http://www.ainfos.ca/
 ________________________________________________

SCIOPERO DELLA FAME A TEMPO INDETERMINATO DEI DETENUTI
DELLE CARCERI SPAGNOLE


In data 1 dicembre 2000 circa 50 persone detenute in
diversi carceridella Spagna hanno intrapreso lo
sciopero della fame a tempo indeterminato, mentre
altri 150 compagni di prigionia stanno prendendo
parte all'iniziativa esprimendo solidarietà in varie
forme.


Esistono ovviamente numerosi motivi validi per
combattere contro il sistema carcerario, tuttavia i
compagni hanno scelto di lottare per tre
aspetti in particolare:


1 - porre fine al regime FIES e alla pratica
dell'isolamento


2 - porre fine alla pratica della 'dispersione',
trasferimenti continui nei penitenziari dello stato
spagnolo


3 - la scarcerazione di detenuti con malattie
incurabili


1-Il regime F.I.E.S. (Fichero de Internos de Especial
Seguimiento) e' una prassi coercitiva di natura
illecita, inutilmente denunciata in piu' occasioni
nonostante sia contraria alla costituzione
spagnola e ai diritti fondamentali dell'individuo.
Questo regime è stato introdotto negli istituti
penitenziari nel 1991 per esigenze di sicurezza
e garantire l'ordine pubblico.

Fu presentato all'opinione pubblica come un semplice
database per la classificazione dei detenuti piu'
intransigenti. In realtà e' molto di piu'.

Chi vi e' sottoposto di trova essenzialmente in
isolamento: solo in cella per 23 ore e solo all'aria
per un ora al giorno. I rapporti con l'esterno, la
famiglia e gli amici, nonche' la disponibilita' di
carta per scrivere e di libri da leggere sono
sottoposti a severe restrizioni.
L'unico contatto fisico possibile e' rappresentato dai
pestaggi da parte delle guardie.

Il regime F.I.E.S. contraddice totalmente lo scopo
principale presunto della sentenza, ovvero il
'recupero sociale', la reintegrazione
dell'individuo nella societa' degli uomini.


2 - la DISPERSIONE non e' una prassi che riguardi
unicamente i prigionieri politici, come vogliono farci
credere e come dimostra il fatto che piu' del 52% dei
detenuti nelle carceri spagnole scontano la
pena fuori dalla loro provincia di origine. La
difficolta' effettiva nel mantenere i contatti con il
mondo esterno attraverso le visite puo'
causare enorme disagio sul piano personale e sociale.
L'opposto del fine della sentenza, che e' la
'reintegtrazione' nella societa'. In tal senso
le richieste dei detenuti coincidono con la corretta
applicazione della legge.


3 - la richiesta di rilascio dei detenuti affetti da
mali incurabili si fonda sul diritto incontestabile
dell'individuo a morire con dignita', fuori da una
fredda cella o da una camera dell'infermeria del
carcere.

L'11,3% delle persone incarcerate nei penitenziari
catalani negli ultimi 10 anni sono morti in carcere
(1700 persone), nonostante le frequenti
scarcerazioni a pochi giorni dalla morte nel tentativo
di ridurre le cifre relative ai decessi in carcere.


Lo sciopero della fame si protrae da piu' di 10 giorni
nel totale silenzio dei media e delle istituzioni
competenti. In tali circostanze, i detenuti coinvolti
sono destinati  a morire o a subire gravi lesioni
dell'incolumita' sul piano fisico e mentale.

Per sostenere la loro lotta si invita a organizzare
iniziative di vario carattere persso le ambasciate
spagnole o a inviare e-mail e fax ai
seguenti indirizzi:


Email:

Ministro del Interior: estafeta@mir.es

Ministro de Justicia: webmaster@mju.es

Director Gral. de Instituciones Penitenciarias:

mar.hedo@dgip.mir.es

Consejo General del Poder Justicial: webmaster@cgpj.es

Defensor del Pueblo: registro@defensordelpueblo.es


Fax:

Gabinete Técnico de Ministerio de Interior:

+34-913354050

Direcció General de Serveis Penitenciaris i

Rehabilitació (DGSPiR):

+34-932140156


E' importante menzionare le tre rivendicazioni
specifiche, il proprio nome o quello del
collettivo/gruppo di appartenenza e il nome del paese
da cui si scrive!

Confermare inoltre l'avvenuto invio della mail o del
fax scrivendo anche al seguente indirizzo e-mail:

crustaci@hotmail.com


Quello che segue e' un esempio di lettera da spedire
ad una delle istituzioni sopra citate:


La persona o organización abajo firmante apoya la

huelga de hambre

indefinida que se está llevando a cabo en las

prisiones del Estado

Español y apoya las tres reivindicaciones de l@s

pres@s.


Exigimos:


1- Desaparición del régimen F.I.E.S. y del aislamiento


2- Desaparición de la dispersión


3- Excarcelación de l@s pres@s con enfermedades graves

o incurables.


(non dimenticare di allegare il proprio nome , quello
del
collettivo/gruppo di appartenenza, il paese da cui si
scrive, e la propria firma o sigillo).



DETENUTI CHE HANNO INTRAPRESO LO SCIOPERO DELLA FAME


Nanclares de la Oca:    Gabriel Pombo da Silva, Imanol

Garro Naval,

Vicente Vázquez Cabanas, Alberto Montoya Camón, Patxi

García Blanco,

Oscar Pérez Marín, Germán San Emeterio González,

Félix Jambrina

Martín, Ricardo González Ferrera,

Iñaki Andrés Ituño


Mansilla las Mulas (León):

  Santos Pérez Ayaso


Quatre Camins:
José Gómez Salgado, Jordi Alvarez León


Can Brians:

 Amadeu Casellas Ramón


Ponent (Lleida):

Roberto B. Catrino Lopez


La Moraleja (Dueñas-Palencia):
Laudelino Iglesias

Martínez (e 12 altri compagni)


Huelva:

Claudio Lavazza, Gilbert Ghislain


Villanubla (Valladolid):

 Farid Halifa Balaid, Sergio

Sampedro

Espinosa, Juan Carlos Dopico García


Badajoz:

Gabriel Bea Sampedro


Puerto I (Cádiz):

Oscar Díaz Manso,
José Manuel Ferreira

Quintas, Rubén González Carrío


Jaén II:        Antonio Villar Mauriño, Reinaldo Gómez

Guijarro

("Jaro"), Manuel Torres Torres


C.P. Herrera de la Mancha:      Javier Caídenas Castellano,

Juanra

Montaño Vázquez


Picasent (Valencia):            Carlos Gómez García


Texeiro (Galicia):
Ricardo Carro Mato, Juan Carlos
Rodriguez Carreras,
José Ramos Cascos Fernández,
Manuel Catoira Casal

Soto del Real:
 José Fransisco Valle Molina, Roberto

Gómez Fernandez

C.P. Villabona (Asturias):
   Michelle Pontolillo

(iniziato il 7 dicembre)

SOLIDARI@S CON PRES@S EN LUCHA






                       ********
               The A-Infos News Service
      News about and of interest to anarchists
                       ********
               COMMANDS: lists@ainfos.ca
               REPLIES: a-infos-d@ainfos.ca
               HELP: a-infos-org@ainfos.ca
               WWW: http://www.ainfos.ca
               INFO: http://www.ainfos.ca/org

 To receive a-infos in one language only mail lists@ainfos.ca the message
                unsubscribe a-infos
                subscribe a-infos-X
 where X = en, ca, de, fr, etc. (i.e. the language code)



A-Infos
News