A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ All_other_languages
{Info on A-Infos}

(it) THE REST OF THE NEWS COLUMN (en)

From "Lorenzo Ervin" <komboa@hotmail.com>
Date Wed, 6 Dec 2000 12:21:03 -0500 (EST)


 ________________________________________________
      A - I N F O S  N E W S  S E R V I C E
            http://www.ainfos.ca/
 ________________________________________________

IL VOTO O LA PALLOTTOLA?

Non ci sono le elezioni giuste, certamente quando i problemi della razza
del potere politico sono evidenti. Percio' e' interessante guardare
elezione presidenziale dell'anno 2000. Molte cose non sono state pubblicate,
che ci mostra che questa elezione s'e' avvicinata moltissimo alla violenza
politica, se non il fascismo addirittura. La destra, includendo la milizie
paramilitari di Florida ed altri stati, disegnavano la guerra civile
per un bel po' di tempo. Ora ce l'hanno, una "scusa" genuina
per la violenza politica.

Per esempio, poco dopo cell'inizio dei primi riconti in Florida, gli elementi
piu' estremi dal numero dei Repubblicani, sostenuti da persone armate hanno cominciato
parlare del "sangue sulle strade." Anche USA Today ha scritto articoli sull'alto
"stato di tensione" sopra le elezioni e minacce di violenza in
Florida. Poi quando sembrava che Bush stava per perdere per la colpa dei voti
non contati in Palm Beach ed altri regioni Democratici, loro hanno cominciato parlare
della possibilita' della guerra civile. Per esempio, il Congressman Ron Paul
(R-Texas) chiesto da radio talk show Dallas-Fort Worth se lui pensava che i manovri
legali di Gore erano un complotto per tenere il Pres. Clinton al potere
ha risposto che "...Il popolo uscira' fuori e ci sara' la violenza totale".
In piu', ci sono dei rapporti delle vendite accelerate dell'ammunizione e delle
armi nelle aree Bianche suburbane per tutta Florida.

Questi Repubblicani bianchi insistevano sul "voter fraud" dai Democratici
contro il loro uomo George W. Bush, finche' e' diventato chiaro che
establishment Repubblicano avevano potere sufficiente per respingere le sfide legali
ed elettorali. Pare (mentre sto scrivendo questo) che Bush ha catturato Florida,
e vinto Gore in voti elettorali, se non il voto nazionale totale. (Aoh,
er fratellino suo e' er Governatore [!], chi credera' che questo non conta niente?
Tutti gli ufficiali elettorali e politici dello Stato di Florida
stanno sotto Jeb Bush.)

Anche se i conservatori bianchi hanno dichiarato "imbroglio" per un semplice
vantaggio tattico. In verita' sebra che c'e' stato un grande imbroglio contro
i Neri in Florida ed altri Stati del Sud. A loro, gli e' stato negato il
loro diritto di votare in migliaia dei casi, specialmente in quelle circoscrizioni
elettorali del Sud dove loro hanni i numeri sostanziali. In Florida, loro
hanno fatto i record nei numeri di votazione solo per avere i loro voti respinti in massa.
Anche prima dell'elezione, migliaia dei Neri in Florida, Tennessee,
Mississippi, Alabama, ed altri Stati del Sud erano cancellati dagli elenchi
senza neanche ricevere nitizie su quest'azione. Molte persone Negre
sono arrivate al loro ufficio precinto elettorale per scoprirlo "spostato" o per venir
a sapere che loro non sono piu' in grado di votare. Questa interferenza dei razzisti bianchi
riflette tutto cio' che l'Atto dei Diritti Elettorali del 1964 e' stato disegnato
per prevenire.

Non ci sono dubbi che noi vediamo il risorgimento dell'attivita' razzista
illegale che sempre continuava a rimanere al Sud, specialmente in molte
citta' piccole e medie. Quando il popolo Nero ha cominciato venire sull'arena
elettorale, dopo che la Guerra Civile War ha spostato i padroni delle plantazioni
ed abolito il sistema della schiavitu', loro erano soggetti ai tassi elettorali,
testi dell'alfabetismo, ed altri metodi illegali per negargli l'accesso all'elezione
diretta. Ora stiamo vedendo il rinascimento di questi metodi nelle elezioni del 2000.
Ovviamente il vigilantismo razzista sta solo un passo in avanti!

La maggioranza del popolo Nero capisce che la vittria elettorale di Bush significhi
il governo federale ostile alla comunita' nazionale Nera. Magari il governo
piu' ostile dell'amministrazione di  Reagan degli anni 1980, che preso le misure
di cui noi ancora stiamo soffrendo. E' inutile discutere con loro sull'essere
indietro e tradimento dei Democratici, che non hanno i nostri interessi migliori
nel cuore neanche. I 100,000 poliziotti nuovi che pesteggiano la nostra
comunita' sono incaricati da Clinton, 2 millioni dei prigionieri Neri e poveri erano
incarcerati da Clinton, la massiccia poverta' nuova di millioni e' causata dalla
legislazione segnata da Clinton per distruggere sussidio, e sono visibili altre
inimicizie. Ma la "volpe" Demoratica (vestita da agnello) e' preferibile al "lupo"
Repubblicano, anche se tutti e due ci mangiano vivi.

Ai tempi come questo, e' importante pensare dell'intervento famoso di Malcolm X's "Il Voto
o la Pallottola", fatto a Cleveland (OH.) piu' di 36 anni fa. Fratello
Malcolm parlo' del sistema Americano di due partiti come di "un gigante con la prede",
e che tutti e due Democratici e Repubblicani stavano lavorando insieme per opprimere
la gente Nera di questo paese. Lui parlo dei razzisti Meridionali (Dixiecrats)
e Liberali Settentrionali (Demorats) che controllano il sistema the politico del giorno,
e con imbroglio tengono la gente Nera fuori del loro voto. Lui disse che se la gente
Nera poteva votare liberamente nel Sud allora tanti segregazionisti razzisti perderebbero
i loro posti nel Congresso, ed ebbe ragione. Questo fu nel 1964,
va bene ora la destra si e' raggruppata nel partito Repubblicano.
Sono sostenuti dal lato piu' reazionario della capitale finanziaria, sotto il vestito
di Cristianita', che ha eletto Reagan nel 1980 e ora Bush nel
2000. Alcuni razzisti duri a morire come Strom Thurmond, Jessie Helms ed altri
che dagli anni 1960 si oppongono alle leggi sui diritti civili, stanno ancora in uffici,
fino a oggi. Quanto progresso politico e' stato veramente fatto dalla gente Nera in
tutto 'stotempo? Nostri diritti democratici che erano vinti con tali
sacrifici si stanno perdendo.

La cosa piu' importante qua e' che noi abbiamo bisogno d'organizzarci sulle strade,
non solo per i diritti civili o ciritti di cittadino Americano, ma l'indepedenza politica
in qualsiasi forma che essa prendi. Abbiamo bisogno d'utilizzare i mezzi della resistenza
se e' necessario per assicurare la nostra liberta', e non essere intrappolati nel
pensare che tutto il nostro futuro e' legato al destino corrente di Al
Gore. Se lui vince o perde, noi saremo sempre Negri e dovremo sempre affrontare
il razzismo negli Stati Uniti.






                       ********
               The A-Infos News Service
      News about and of interest to anarchists
                       ********
               COMMANDS: lists@ainfos.ca
               REPLIES: a-infos-d@ainfos.ca
               HELP: a-infos-org@ainfos.ca
               WWW: http://www.ainfos.ca
               INFO: http://www.ainfos.ca/org

 To receive a-infos in one language only mail lists@ainfos.ca the message
                unsubscribe a-infos
                subscribe a-infos-X
 where X = en, ca, de, fr, etc. (i.e. the language code)



A-Infos
News