A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ All_other_languages
{Info on A-Infos}

(it) Mexico, Comunique da Ciapas (en)

From Mark Connolly <mark.connolly@pmail.net>
Date Tue, 5 Dec 2000 12:28:31 -0500 (EST)


 ________________________________________________
      A - I N F O S  N E W S  S E R V I C E
            http://www.ainfos.ca/
 ________________________________________________

2 Dicembre, 2000.
Communique' dal Comitato Indigeno Clandestino Rivoluzionario -
Comando Generale dell'Armata Zapatista della Liberazione Nazionale del Messico

Al popolo Messicano:
Ai popoli e governi del mondo:
Fratelli e sorelle:
Considerando:

1.   Che non e' possibile concepire il Messico dignitoso senza il posto
dignitoso per i popoli indigeni del paese.
2.   Che il riconoscimento costituzionale dei diritti e della cultura
dei popoli indigeni non e' risolto, e non si puo' rinviare questa risoluzione
piu'.
3.   Che il popolo Messicano e i popoli del mondo sono stati sensibili
alle domande indigene e stanno in solidarieta' con loro secondo le loro
capacita'.
4.   Che EZLN ha sostenuto l'importanza della causa indigena.
5.   Che ognuno e' consapevole della dedica corrente dell'Esecutivo federale
al completamento degli Accordi di San Andre ed a mandare la proposta
legislativa fatta da Cocopa in Decembre di 1996 al Congresso
dell'Unione.
L'Armata Zapatista della Liberazione Nazionale dichiara:
Primo:  Essa richiama il Congresso Nazionale Indigeno, la societa'
civile nazionale ed internazionale, le organizzazioni politiche e sociali,
ognuno in generale, alla grande mobilizzazione allo scopo d'ottenere
il Congresso Messicano sul riconoscimento costituzionale dalla parte
dell'Unione dei diritti e della cultura indigena, secondo la proposta di Cocopa.

Secondo:   Che e' stato deciso di mandare una delegazione di CCRI-CG dell'EZLN
alla citta' di Messico allo scopo di guidare questa mobilizzazione per
affacciare l'onorabile Congresso dell'Unione e mettere in discussione la bonta'
della cosiddetta "proposta indigena legislativa di Cocopa."

Terzo:   Questa delegazione sara' fatta da 24 membri di CCRI-CG
dell'EZLN, questi compagneros e compagneras rappresentano i gruppi etnici
di Tzotzil, Tzeltal, Tojolabal, Chol, Zoque, Mame e metizo,  i loro
nomi sono:

Comandante David
Comandante Eduardo
Comandante Tacho
Comandante Gustavo
Comandante Zevedo
Comandante Sergio
Comandante Susana
Comandante Omar
Comandante Javier
Comandante Filemo'n
Comandante Yolanda
Comandante Abraham
Comandante Isai'as
Comandante Daniel
Comandante Bulmaro
Comandante Mister
Comandante Abel
Comandante Fidelia
Comandante Moise's
Comandante Alejandro
Comandante Esther
Subcomandante Insurgente Marcos
Comandante Maxo
Comandante Ismael

Quarto:   Che la delegazione Zapatista andra' alla citta' di Messico nel
mese di Febraio dell'anno 2001, il giorno che sara' specificato
prossimamente.

Quinto:   TChe noi stiamo chiamando al Congresso Nazionale Indigeno, ed a
tutti i popoli Indiani del Messico - independentemente della loro affiliazione
politica - d'organizzarsi, mobilizzarsi e raccogliersi insieme alla
nostra delegazione per richiedere il riconoscimento dei diritti indigeni
e della cultura dal Congresso dell'Unione.

Sesto:   Che noi stiamo chiamando tutta la societa' civile Messicana ad
organizzarsi e mobilizzarsi per sostenere questa rivendicazione.

Settimo:   Che noi stiamo chiamando i comitati della solidarieta', gruppi
ed individui di tutto il mondo di farsi sentire su questo discorso.

Ottavo:   La delegazione zapatista sta richiedendo, e sperando, che
la societa' civile l'accompagni, senza distinzioni o preferenze,
percio' essa fra poco annunciera' il suo programma ed itinerario del suo
viaggio alla citta' di Messico, l'organizzazione del quale sara' solamente
ed esclusivamente nelle mani dell'EZLN.

Nono:   Il viaggio della delegazione zapatista alla citta' di Messico avviene
senza il riguardo se il dialogo col governo federale sara' ripreso o no.
Noi dobbiamo indirizzarci all'Ufficio Legislativo, certi che
troveremo la sensibilita' per essere ascoltati.

Democrazia!

Liberta'!

Giustizia!

>Dalle montagne del Sud-Est Messicano.
Dal Comitato Clandestino Rivoluzionario Indigeno -
Comando generale dell'Armata Zapatista della Liberazione Nazionale.

Subcomandante Insurgente Marcos.

2 Dicembre, 2000.

Communique' dal Comitato Indigeno Clandestino Rivoluzionario -
Comando Generale dell'Armata Zapatista della Liberazione Nazionale del Messico

Al popolo Messicano:
Ai popoli e governi del mondo:
Fratelli e sorelle:
Rispondendo al capo nuovo dell'Ufficio Esecutivo federale, EZLN definisce
la sua posizione per quanto riguarda le possibilita' per la soluzione pacifica
alla guerra.

Primo. -   EZLN riconferma la sua volonta' di ricercare, di trovare e di
seguire la via pacifica del dialogo e negoziazione, per raggiungere la fine
della guerra e cominciare la pace giusta e dignitosa coi popoli Indiani
del Messico.

Secondo. -   L'obiettivo del dialogo e negoziazione sta nel raggiungere accordi
e portarli avanti.  Dialogo e l'assicurazione degli accordi sono possibili
solamente se sono costruiti sulla fondazione della fiducia e credibilita'.
I partiti devono dimostrare che siano degni della fiducia e la loro dedizione
sia credibile.


Terzo. -   EZLN, durante i sette anni della sua vita pubblica (e 17 anni
dell'esistenza), ha mostrato che la sua parola e' credibile, siamo fieri
realizzare la nostra parola.  E' confermato non solo dalla nostra storia,
ma anche della corrente volonta' al dialogo.

Quarto. -   EZLN richiede dei segnali concreti dal governo federale che provera'
sua volonta' del dialogo e negoziazione, la loro dedizione al raggiungere
degli accordi ed eseguirli, e la loro decisione ferma di costruire la pace
coi popoli Indiani del Messico.

Quinto. -   I segnali che vogliamo noi sono:

A) -   Esecuzione degli accordi di San Andre.  Specialmente, la trasformazione
nella legge della proposta fatta dalla Commissione della
Concordanza e Pace (Cocopa).

B) -   La liberazione dei prigionieri zapatisti dai carceri di Ciapas ed in
altri paesi.

C) -  Demilitarizzazione.  Signor Vicente Fox, durante la sua campagna e
tutto il periodo seguente al 2 Luglio, 2000, ha offerto di ritirare le forze
armate dal territorio zapatista e il ritorno dell'Armata alle posizioni che
essa occupava prima della guerra.

Ieri l'Armata ha cominciato una serie di movimenti che hanno ridotto il numero
delle posizioni della perquisizione (checkpoints).  Questi movimenti per quanto
lo dice la nostra informazione, non hanno cambiato il numero e la densita' delle
forze federali nella cosiddetta "zona di conflitto."  Questi movimenti possono essere
interpretati come semplice tattica propagandista che cerca di rappresentare
la semplice riduzione dei punti di perquisizione come "il ritiro". Ma loro
possono essere interpretati anche come l'inizio di una grande demilitarizzazione.
L'EZLN che fanno uno sforzo li giudica come un segno della volonta' alle dedizioni
piu' grandi.

L'EZLN sa che la richiesta del pubblico nazionale ed internazionale e' stato
quello del ritiro completo dell'Armata, ma crede anche che e' il suo
dovere di offrire i segni della volonta' del dialogo e soluzione pacifica
del conflitto.

Le varie forze militari e poliziesche governative stanno occupando per
il 1 Dicembre di quest'anno, 655 locali geographici in Ciapas.  In
totale, 259 sono dell'Armata federale.

L'EZLN richiede il ritiro e la chiusura di sette di queste 259 posizioni
come la condizione del rinnovamento del processo della pace.

1. -  Amador Herna'ndez, in questo caso, in addizione, il decreto dell'expropriazione
uscito da Zedillo deve essere cancellato.

2. -  Guadalupe Tepeyac.

3. -  Ri'o Euseba (vicino a Aguascalientes de La Realidad).

4. -  Jolnachoj (vicino a Aguascalientes di Oventik).

5. -  Roberto Barrios (vicino a Aguascalientes).

6. -  La Garrucha (vicino a Aguascalientes).

7. -  Cuxulja' (vicino alla comunita' di Moise's Gandhi).

Questo ritiro deve essere completo, e non deve essere cambiato per un'altra
forza militare e poliziesca (statale e federale).  Non deve essere simulato
tra gli spostamenti geographici dai paesi notati, cioe',
ritirarsi non vuol dire "mettersi qalche metro indietro."  Qualsiasi posizione nuova
militare o poliziesca, statale o federale, sara' vista come ridicolizzazione
e cancellera' tutti tutti i segni.

Al punto dove questi segni sono completi, l'EZLN mandera'' al commissaro
della pace federale governativo, ed al pubblico, una lettera nella quale noi
proporremo la data ed agenda del primo incontro diretto tra il comissaro del governo
e i leader zapatisti.

A questo primo diretto incontro, i leader zapatisti proporranno l'inizio
formale del dialogo e negoziazione per la pace giusta e dignitosa
in Ciapas tra l'EZLN ed il governo di Signor Vicente Fox.

Tra la semplicita' e facilita' di attuare queste richieste, l'EZLN sta dando
una chiara dichiarazione della propria volonta' di proseguire fino alla fine,
cioe', alla fine della guerra, il cammino di dialogo e negoziazione.

Il rinnovamento del dialogo tra il governo federale e l'EZLN e'
possibile.  Azioni chiare dalla parte dell'Esecutivo federale e la volonta'
dell'EZLN verso dialogo sono necessari, ma non sono sufficienti.
La mobilizzazione della societa' civile nazionale ed internazionale e' pure
necessaria.

Per tutto cio', stiamo facendo il richiamo speciale a tutti uomini e donne
di buona volonta', in Messico ed in tutto il mondo, a mobilizzarsi in richiesta
della realizzazion di questi segni e rinnovamento di dialogo.

Democrazia!

Liberta'!

Giustizia!

>Dalle montagne del Sud-Est Messicano.
Dal Comitato Clandestino Rivoluzionario Indigeno -
Comando generale dell'Armata Zapatista della Liberazione Nazionale.
Subcomandante Insurgente Marcos.


Communique' dal Comitato Indigeno Clandestino Rivoluzionario -
Comando Generale dell'Armata Zapatista della Liberazione Nazionale del Messico
Al popolo Messicano:

Ai popoli e governi del mondo:
Fratelli e sorelle:

Il Comitato Indigeno Clandestino Rivoluzionario -
Comando Generale dell'Armata Zapatista della Liberazione Nazionale del Messico
dichiara:

Primo.   La nomina di Signor Luis H. Alvarez al posto del nuovo comissaro
della pace e' benvenuta dall'EZLN.

Secondo.   L'EZLN riconosce che finora Signor Luis H. Alvarez
ci ha confrontato con la serieta', rispetto e responsabilita' necessari
per questa posizione delicata.

Terzo.   L'EZLN annuncia che portando avanti i segni richiesti per l'inizio
del dialogo, al Signor Luis H. Alvarez sara'dato il ruolo
dell'"interlocutore valido."

Democrazia! Liberta'!  Giustizia!

>Dalle montagne del Sud-Est Messicano.
Dal Comitato Clandestino Rivoluzionario Indigeno -
Comando generale dell'Armata Zapatista della Liberazione Nazionale.

Subcomandante Insurgente Marcos.

******************        ********************

            Irish Mexico Group

http://flag.blackened.net/revolt/mexico.html

The IMG should be contacted at lasc@iol.ie

              Zapatista Index

http://flag.blackened.net/revolt/zapatista.html

       Our peace camp at Diez de Abril

http://flag.blackened.net/revolt/mexico/diez.html


                       ********
               The A-Infos News Service
      News about and of interest to anarchists
                       ********
               COMMANDS: lists@ainfos.ca
               REPLIES: a-infos-d@ainfos.ca
               HELP: a-infos-org@ainfos.ca
               WWW: http://www.ainfos.ca
               INFO: http://www.ainfos.ca/org

 To receive a-infos in one language only mail lists@ainfos.ca the message
                unsubscribe a-infos
                subscribe a-infos-X
 where X = en, ca, de, fr, etc. (i.e. the language code)



A-Infos
News