A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Català_ Deutsch_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ All_other_languages
{Info on A-Infos}

(it) Ciapas, Ora di Celebrare, ora di Star Attenti (en)

From "Harry M. Cleaver" <hmcleave@eco.utexas.edu>
Date Mon, 4 Dec 2000 02:51:51 -0500 (EST)


 ________________________________________________
      A - I N F O S  N E W S  S E R V I C E
            http://www.ainfos.ca/
 ________________________________________________

Ragazzi,
E' ora di celebrare
L'ordine di Fox a ritirare le forze militari dalle comunita'
degli Zapatista e la revoca della citazione dell'immigrazione degli
Italiani che portano il generatore a La Realidad non sono soltanto
i passi nella direzione giusta -- verso  il cambiamento della
politica terrorista del governo Messicano in Ciapas -- essi devono
essere visti ed apprezzati come la vittoria oer le comunita' degli
Zapatista che hanno lottato con tale coraggio tutti questi lunghi
anni d'oppressione.

Qualsiasi cosa succeda, queste azioni correnti, che includono lo smontamento
dei posti militari per le strade ed il ritiro da Amador Hernandez,
dovrebbero celebrarsi come i frutti di questi anni della lotta.
Diamo il credito dove il credito serve: alle comunita', all'EZLN
e ad ognuno ovunque chi ha agito contro l'oppressione peggiore
e ha forzato il governo di fare questi cambiamenti.

Assumendo che questi siano i primi passi che saranno seguiti dal ritiro
costante e che Fox spedisca la versione di Cocopa degli Accordi
di San Andres al congresso Messicano ed essa passi, il movimento di
Zapatista avra' lo spazio molto piu' largo per i suoi manovri e l'attivita'
autonoma. Almeno noi possiamo sperare per il livello di liberta'
dall'oppressione di Zapatista come quello antecedente all'attacco
militare del 9 Febraio, 1995. Speriamo che ce ne sara' anche di piu'.
Se i militati si ritirano alle loro posizioni di prima del 1994
piuttosto che a quelle di prima del 9 Febraio, 1995, le cose staranno
ancora meglio.

Ora di star attenti
Allo stesso tempo, comunque, non solo il ritiro non ha avuto luogo ancora,
ma c'e' una panopolia entera delle altre foraze unite contro gli Zapatistas
che devono essere "ritirati" --dalla corrotta polizia locale, statale e
nazionale ai paramilitari che loro hanno finanziato, armato e permesso di
agire con grande impunita'. Lo smontamento di questo apparecchio d'oppressione
e terrore statale deve essere completato, e con tutto cio' che e' stato
ottenuto finora, e probabile farlo solamente attraverso la pressione costante
sul governo Messicano. Mentre noi dobbiamo godere ogni vittoria in questo
processo, e' solo tramite vigilanza e mobilizzazione continua che una vittoria
sia seguita da un'altra. E' troppo prestp per rilassarci.

Inoltre, mentre Fox ha dato gli ordini, lui e' anche fermamente dedicato
al perseguimento della stessa politica econmica che ha provocato la rivolta
in primo luogo: politica neoliberale che subordina i desideri del popolo
a quelli del business per i profitti e controllo sociale. Gli Zapatistas si sono
ribellati contro questa politica, includendo NAFTA, e loro hanno continuato di
denunciarli ed opporrli. Gli incontri che loro hanno organizzato, partendo
dagli Incontri Continentali ed Intercontinentali in 1996 (che hanno iniziato
le proteste di Ginevra, Seattle e Praga) erano gli incontri "Per l'Umanita',
Contro Neoliberalismo." La reduzione d'oppressione poliziesca e militare
diretta non cancella l'oppressione piu' sottile della politica economica
nuova. La lotta continua in Ciapas come essa continua nel resto del mondo
E noi siamo sicuri che tale oppressione statale non sta' per essere buttata
dal sistema dei trucchi capitalisti, ne in Messico ne dovunque come l'hanno
mostrato gli arresti e i pestaggi di Praga, come ce lo fanno ricordare
costantemente tanti esempi dell'oppressione continua.

La politica di Fox vis a vis Ciapas, e i movimenti radicali in tutto il
Messico, sembrano di prendere la forma d'oppressione e cooptazione --
come quelli di PRI prima di lui. Il suo abbraccio della politica del
"mercato libero" (certamente un oxymoron) possa coinvolgere il sostegno
del piccolo business nell'attentato di differenziare il popolo e le comunita',
a la Hernando de Sota, comprando il tempo per la chiusura finale della fattoria
che sta a succedere (di cui base e' stata messa da Salinas che ha finito
con la protezione delle terre ejidali). L'uomo di Fox a Ciapas, Pablo Salazar,
che sta vincendo come il governatore di Ciapas ha girato gli Stati Uniti
cercando investimenti del business in Ciapas, offrendo la pace e il lavoro
di basso costo per lo sviluppo di maquiladora, un'altra pallottola del
neoliberalismo, un'altra pallottola nel cuore delle comunita' indigeni
e tutto cio' che c'e' di non-capitalista intorno a loro.

E' impossibile dire, a questo punto, esattamente come Fox vuole perseguire
i loro obiettivi (che erano pure quelli di Salinas e Zedillo e della Wall Street
e dell'IMF) ma loro li PERSEGUIRANNO. Assumendo la loro mossa tattica
dall'oppressione poliziesca statale ai mezzi piu' sottili, cosi' dobbiamo agire
pure noi. Tranne che gli avvocati dei "diritti umani" cambino la loro
idea sull'opressione in tale maniera che includerebbe l'oppressione economica
quanto l'oppressione statale poliziesca come un problema, tali cambiamenti
nella strategia possono lasciare la rete del sostegno di Zapatista
senza tanti suoi militanti. Per il momento non pare che gli osservatori
internazionali volontari che devono stare tra la comunita' Zapatiste e
i loro oppressori sapranno come replicare qualcosa tipo questo ruolo
vis a vis dello sviluppo economico neoliberale economico. Finora e magari
anche prossimamente il loro ruolo e' stato vitale, ma se Fox veramente
condurra' questi tipi di mosse, allora ci vorranno altre strategie
ed altri tipi d'azione.

Oltre il problema della Resistenza, comunque, c'e' il problema piu' piacevole
di costruire i mondi migliori. Pressione ridotta sulle comunita' Zapatiste
significano lo scopo maggiore per perseguire i loro propri agende, e il sostegno
di esse dagli altri piu' facile. Apparte ispirazioni dal loro coraggio gli
Zapatistas hanno ispirato tra loro visione e i loro sforzi di creare delle
alternative alla subordinazione corrente dell'umanita' al capitale. Nei campi
cosi' diverse come agricoltura, istruzione e politica loro hanno proseguito,
quanto lo permettevano le circostanze, dei cammini alternativi. Non c'e'
il motivo per assumere che ogni stratega di Fox di sovvertire tali sforzi
avra' successo. Al contrario, l'evidenza suggerisce che nonostante l'oppressione
e le spese di PRI, gli sforzi di Salinas contro la terra collettiva in Messico
sono maggiormente falliti e le comunita' indigene dappertutto continuano
ad andare per le proprie strade verso il futuro. Con l'oppressione ridotta
sara' piu' facile per quelli di noi che vogliono imparare da questi sforzi
e condividere i propri sforzi con quelli di Messico. Tale circolazione
d'esperienza accellerata deve rafforzare la lotta contro il capitalismo
dappertutto mentre sta diventando sempre piu' chiaro che le alternative
molto reali sono possibili.




                       ********
               The A-Infos News Service
      News about and of interest to anarchists
                       ********
               COMMANDS: lists@ainfos.ca
               REPLIES: a-infos-d@ainfos.ca
               HELP: a-infos-org@ainfos.ca
               WWW: http://www.ainfos.ca
               INFO: http://www.ainfos.ca/org

 To receive a-infos in one language only mail lists@ainfos.ca the message
                unsubscribe a-infos
                subscribe a-infos-X
 where X = en, ca, de, fr, etc. (i.e. the language code)



A-Infos
News